Napoli-Arsenal 0-1, le pagelle azzurre: Meret, errore madornale! Milik si mangia due gol, Mertens spento

I voti del match del San Paolo
19.04.2019 00:51 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Callejon
© foto di www.imagephotoagency.it
Callejon

NAPOLI-ARSENAL 0-1
Le pagelle di Luca Coscia 

Napoli (4-4-2)

Meret 5: la gran parata su Aubameyang nella ripresa non cancella l’errore madornale sulla punizione di Lacazette.

Maksimovic 5: spostato a destra in stile Champions, nel primo quarto d’ora viene saltato un paio di volte. Il fallo da cui nasce la punizione di Lacazette completa la frittata. Viene sacrificato in nome della rimonta nell’intervallo.
(Dal 46’ Mertens 5: ha tutta la ripresa a disposizione ma è fumoso ed evanescente)

Chiriches 6,5: chiamato a fare l’Albiol della situazione, non mostra affanni contro mostri come Aubameyang e Lacazette

Koulibaly 6.5: dopo le ultime uscite poco felici, torna il centrale granitico che conosciamo. Sullo 0-0 da il via ad un contropiede che Callejon non sfrutta)

Ghoulam 6: inizio in sordina, poi inizia a combinare bene sul suo binario di competenza. Non è ancora il calciatore pre infortunio ma prova a fare il suo. (Dal 71’ Mario Rui 6: tre cross interessanti che non vengono sfruttati)

Callejon 5.5: tantissimo lavoro di corsa ma si divora il gol che avrebbe potuto cambiare la storia della partita

Allan 5.5: avvio incoraggiante poi va in debito d’ossigeno

Ruiz 6: un altro calciatore rispetto all’andata. Avvio in certo, poi si riprende e serve palloni interessanti.

Zielinski 5.5: alcune buone giocate ma non è costante in tutta la gara.

Milik 5.5: un gol lo segna ma gli viene annullato, due se li divora.

Insigne 6: un passo avanti rispetto alle ultime uscite. Regala l’assist per Milik (gol annullato) ed è il più pericoloso.
(Dal 60’ Younes 6: qualche buono spunto per vivacizzare la manovra)

All. Ancelotti 6: punta alla difesa a tre e mezzo e sembra aver ragione, la squadra parte impaurita poi guadagna campo e rischia di riaprire i giochi. La punizione di Lacazette gela lo stadio. Lui ci prova inserendo Mertens ma non è serata.