Auguri a... 10 Marzo: Chris Sutton

L'ex bomber del Norwich compie 46 anni.
10.03.2019 07:30 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Chris Sutton
Chris Sutton

Inizia la sua carriera al Norwich City nel ruolo di centrocampista centrale, ma nel 1991 il suo allenatore Dave Stinger lo avanza cominciando a utilizzarlo come centravanti.

In quattro stagioni con i Canaries totalizza 103 presenze e 35 reti. Nel luglio 1994 passa al Blackburn diventando il giocatore più pagato della storia del calcio inglese: i Rovers sborsano infatti 5 milioni di sterline per accaparrarselo.

A Blackburn il suo compagno di reparto è Alan Shearer. Alla prima stagione Sutton mette a segno 15 reti, che, sommate alle 34 messe a segno da Shearer, regalano alla squadra il primo titolo nazionale dal lontano 1914.

Al termine della stagione 1998-1999 il Blackburn, retrocesso, si trova costretto a cedere il suo miglior giocatore. Ad aggiudicarselo è il Chelsea, che sborsa 10 milioni di sterline per assicurarsi le sue prestazioni.

A Londra vive un'annata difficile, non riuscendo ad adattarsi al gioco della squadra. In 28 presenze segna solo una rete, nella goleada per 5-0 contro il Manchester United. In estate i Blues decidono di privarsene e lo cedono al Celtic per 6 milioni di sterline.

In Scozia colleziona diversi record, compreso quello del gol più veloce messo a segno in un Old Firm: 18 secondi per segnare ai Rangers nel 2002 ad Ibrox.

Rimane a Glasgow fino al 2006, mettendo a referto 130 presenze e 63 gol e conquistando tre campionati nazionali, 2 Coppe di Scozia e due Coppe di Lega scozzese. Nel 2002-2003 raggiunge inoltre la finale di Coppa UEFA (poi persa per 3-2 col Porto) mentre nel 2004 ottiene il premio di Calciatore dell'anno della SPFA.

Chiude la carriera agonistica nell'Aston Villa dopo una parentesi al Birmingham City.