Se lo dice lei... La Juve resiste, l’Atalanta sorprende

Il punto sull’ultimo turno di Serie A a firma di Ilenia De Sena!
01.10.2019 16:36 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Papu Gomez
Papu Gomez

Sesto turno di campionato terminato, Milano in chiaro e scuro, la Juve resiste , l'Atalanta sorprende, Napoli arranca ma è quarta. 
Posticipo con una goleada in Parma-Torino. La squadra di D’Aversa aggancia quella di Mazzarri.  Giornata caratterizzata da alti ritmi visto il turno infrasettimanale. 

Juventus:

Juventus:
La Juve porta a casa la terza vittoria di fila, battendo la Spal all’Allianz Stadium. Il sarrismo inizia a delinearsi ma non ancora al meglio, difficilmente rivedremo quanto fatto a Napoli dal tecnico toscano . Bene ma non benissimo visto che c’è qualcuno che sta facendo davvero paura alla Vecchia Signora: si chiama Inter di Antonio Conte.
E settimana prossima sarà un derby di tutto : squadra, società, allenatori .
Si prospettano vere e proprie scintille a San Siro. 
A Sarri piace l’idea di vedere insieme Dybala e Higuain con Cr7, ma contro il Bayer L.  Il trequartista prediletto è Aaron Ramsey...Testa alla Champions .

Inter:
Questa Inter fa tremare tutti. Rodaggio perfetto. Conte porta a casa l’ennesima vittoria e questa volta da ospiti, contro i blucerchiati . Il primo tempo è stato di dominio nerazzurro con le reti di Sensi e Sanchez a coronare la superiorità. Il secondo tempo ha dato la possibilità di riscatto ai blucerchiati, ma nel calcio episodi e fortuna sono spesso fondamentali . Infatti nonostante l’espulsione di Sanchez nella ripresa la Samp fa solo un gol e poi Gagliardini chiude ogni spiraglio di rivalsa per i padroni di casa.  Ora è il momento di pensare a un avversario ostico, il Barcellona. E anche noi capiremo quanto Conte ci tenga alla Champions.
Questo è il momento migliore per affrontare il Barcellona che sembra in difficoltà per gioco e per infortunii.
Qualche speranza dopo l’inceppo muscolare di Messi e l’indisponibilità di Dembelé che però sembra siano tornati in gruppi per preparare la partita con l’Inter . La Pulce non dovrebbe fare troppa paura visto che l’ultima volta che lui era in campo i blaugrana erano stati eliminati... era l’Inter del triplete.

Milan:
Giampaolo incassa, a casa sua, un’altra sconfitta e Montella se la ride. Il gruppo non segue il tecnico rossonero, anzi sembra addirittura remargli contro. Paquetà ancora una volta non vince il ballottaggio da titolare ma al suo posto c’è Calhanoglu che non azzecca niente, forse per il verso giusto ha messo solo i calzettoni per scendere in campo. Bennacer come se giocasse a calcio da 2 giorni e il resto della squadra messa in campo senza un filo logico. Bisogna dare una scossa e va fatto per i giocatori stessi, per la storia del Milan, per i tifosi . La società deve fare qualcosa! Il Milan si trova al 16º posto, mai così male in avvio di stagione. E la società intanto si muove per il sostituto .

Atalanta :
Gasperini dà un turbo eccezionale al suo gruppo rifilando ben 4 gol al Sassuolo nel primo tempo e chiudendo quindi già la partita.
Ora i bergamaschi con 13 punti si trovano al terzo posto in scia a Inter e Juventus.
Questa grinta ha permesso di arrivare in un palcoscenico importante e battersi con i forti d’Europa. La chiave è: la convinzione di poter fare bene, le idee e la grinta . 
È il momento di dimostrare quanto vale contro lo Shaktar Donetsk.

Napoli :
Napoli che vince al San Paolo ma non senza difficoltà.
Trovandosi in svantaggio con il gol del redivivo  Balotelli, che  ha dato del filo da torcere agli azzurri, soprattutto nel secondo tempo . Ma le reti di Manolas e Mertens, ancora lui, salvano tutto. Subito dopo la partita, nel raduno di Castel Volturno è arrivata una bella strigliata ai giocatori da parte di Carletto per il calo di tensione. 
La squadra partenopea comunque sale a quota 12 punti.
In Champions dopo aver battuto i campioni in carica ci sarà la sfida con il Genk, mai affrontata, dunque qualcosa di nuovo.
Intanto nello spogliatoio azzurro ci sono tre scontenti e di certo questo non aiuta a rasserenare il clima: si tratta di Hysaj, Malcuit e Milik.

Roma:
La Roma in casa del Lecce vince, ma non è molto fortunata . Porta a casa solo un gol vittoria molto sudato . Infatti il primo tempo è a reti bianche con un gran possesso palla giallorosso ma un numero equilibrato di occasioni gol.  Nella ripresa s’impone la squadra di Fonseca grazie alla rete di Dzeko ... e poi Kolarov avrebbe potuto segnare su rigore, ma sbagliando . Vincendo la Roma con 11 punti sale in classifica e si trova dietro al Napoli.