Se lo dice Lei - Juve-Inter, sfida di nervi! Milan, compleanno amaro!

Il punto sulla 16^ giornata a firma di Ilenia De Sena
16.12.2019 17:50 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Cr7 e Ronaldo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cr7 e Ronaldo

16ª giornata di campionato che si chiuderà con Cagliari-Lazio delle 20.30

Turno che intanto riporta Juventus e Inter sullo stesso piano. Un Milan che durante il suo 120º compleanno non combina sostanzialmente nulla, Roma vincente all'Olimpico e la prima di Gattuso sulla panchina del Napoli non dà questi grandi segnali di scossa che si aspettavano i tifosi. 

Allo Stadium CR7 vive una delle sue più belle giornate di questa stagione. Allontana le malelingue su di lui con una doppietta e a rimarcare ancora meglio il risultato è l'inaspettato Leonardo Bonucci. Sullo scadere del secondo tempo l'Udinese non ci sta a tornare a casa senza aver segnato e cosi Pussetto va in gol al 94'. Sarri per la prima volta si affida dal 1' al tridente offensivo Dybala-Higuain-Ronaldo. I bianconeri creano palle-gol e dominano
Spostandoci in Europa il sorteggio è andato decisamente bene. L'avversario da sfidare sarà il Lione. É andata di lusso alla Juve, certamente, ma forse sarebbe stato meglio affrontare avversarie che sulla carta possono essere candidate a vincere questa competizione... Lasciarle in fondo non ha mai portato bene.

Conte non si perdona il pareggio della sua Inter all'Artemio Franchi contro la Fiorentina arrivato alla scadere del secondo tempo. Nonostante i viola arrivano da un periodo nero anche l'Inter è sottotono vista l'eliminazione Champions e i soliti problemi di infortuni e assenti. Match che parte bene con Borja Valero al 9'. La partita prosegue su questo andamento fino a che quando tutto sembra finito, i nerazzurri sono entusiasti e cantano già vittoria, Vlahovic subentrato a Chiesa scardina tutta la difesa avversaria e porta il risultato sull'1-1. In ambito Europa League l'Inter affronterà il Ludogorets e Zanetti incita i suoi:"Proviamo a Vincere l'Europa League". E non è una mission impossible dato che sulla carta i nerazzurri di Milano sono in vantaggio rispetto agli altri avversari.

Milan che festeggia, per modo di dire, i suoi 120 anni con non molta allegria visto lo 0-0 che ha fatto a San Siro. Tante occasioni che potevano essere dei gol . Anche la difesa del Sassuolo è stato un ostacolo importante e alla fine non è successo proprio un bel niente. Pioli ha qualche rammarico ribadendo che serve più precisione soprattutto negli ultimi 16 metri e si sarebbe dovuto comunque portare a casa la vittoria. Il prossimo impegno vedrà i rossoneri sfidare l'Atalanta a Bergamo. Squadra quest'ultima che arriva da un momento ottimo vista la qualificazione agli ottavi di Champions e il campionato che non delude. Servirà tanta grinta e voglia di vincere.

Napoli che non apre nel migliore dei modi la nuova avventura con il tecnico ex Milan Gennaro Gattuso, ma si sa, ci vuole del tempo e Ringhio saprà prendersi il suo spazio e le sue rivincite. L'ambiente in cui è arrivato non è tra quelli con il migliore clima dunque il compito dell'allenatore sarà anche quello di mettere un po' tutti tranquilli e ricominciare.
Al San Paolo non è mai il massimo perdere, soprattutto se poi lo fai contro una squadra che sulla carta è facilmente battibile. Non è il momento però di dare ancora dei giudizi troppo affrettati. La prossima sfida sarà a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Anche in Europa non va proprio così bene. I sorteggi hanno deciso che l'avversario sarà il Barcellona... E Insomma non proprio una passeggiata. Rimboccarsi per bene le maniche è la prima mossa utile da fare.

A Roma la squadra di Fonseca chiude come la Juventus allo Stadium: con un sonoro 3-1.
A fronte di un primo tempo che ha visto in difficoltà i padroni di casa a causa del gol su rigore della Spal per ingenuità di Kolarov. 
Il secondo tempo è stato un ribaltamento del match a tutti gli effetti con 3 gol messi a segno dai giallorossi. Questa risposta è il segnale che chiedeva Fonseca in conferenza stamoa dopo i due pareggi di fila tra campionato ed Europa League. E proprio a proposito di Europa League l'avversario uscito dai sorteggi di Nyon è il Gent. C'è un precedente nettamente a favore della Roma che riguarda l'Europa League del 2009-10 andata vittoriosa per 3-1 e stessa sorte il ritorno con però ben 7 gol fatti.

Atalanta che sta vivendo un sogno. Prima la qualificazione in Champions conquistata la scorsa stagione e ora si ritrova agli ottavi di finale. È andata decisamente bene per l'avversario che ha pescato, il Valencia, il meno pericoloso della fascia 1.

Ora godiamoci l'attesa delle ultime partite di campionato prima della sosta e chissà che si potrà invertire qualche rotta inaspettata!
Alla prossima 

Ilenia De Sena