Spal-Milan 0-4, pagelle e contropagelle Non Evolute: Cutrone col veleno, Suso come l'Ariosto! E Borini...

I voti del match del Paolo Mazza
 di Carlo Tagliagambe Twitter:   articolo letto 4549 volte
Cutrone e Biglia
Cutrone e Biglia

SPAL-MILAN 0-4


Le pagelle di Carlo Tagliagambe
MILAN (4-3-3)
Donnarumma:
si complica la vita nel primo tempo rischiando la giocata con i piedi su Antenucci, fa altrettanto nella ripresa sbucciando di pugno un campanile facile facile da bloccare in presa alta. Non sembra nella sua miglior giornata ma, buon per lui, la sterilità offensiva della Spal non gli consente di fare danni particolari. Voto 6
Abate:
partita sufficiente in entrambe le fasi di gioco. Trova il fondo in un paio di occasioni sfornando anche qualche cross degno di nota. Voto 6
Bonucci:
decisamente apprezzabile la sua crescita in fase di impostazione. Raffinata l'intesa con Romagnoli, perfezionati gli automatismi con Biglia, riecco qualche lancio degno delle sue stagioni bianconere. Bene così. Voto 6,5
Romagnoli:
Antenucci è un cliente spigoloso, ma lui mantiene calma e posizione per tutti i 90'. Voto 6,5
Rodriguez:
non ha il passo di Lazzari ma riesce, in qualche modo, ad arrangiarsi con l'ausilio di fisico ed esperienza, senza peraltro rischiare quasi mai. Piacerebbe vederlo un po' più partecipe alla manovra offensiva. Voto 6
Kessie:
 se solo avesse un conta-km nelle scarpe... Fa su e giù sulla fascia destra per tutti i 90', noncurante della fatica e delle innumerevoli partite inanellate in questa parte di stagione. Diffidato, becca l'ammonizione che lo costringerà (finalmente) ad un po' di riposo. Meritatissimo. Voto 6,5
dall'85' Borini:
qualche sgroppata nel finale e un gol meraviglioso di sinistro nel sette. Il primo del suo campionato, finora caratterizzato da grande fatica e abnegazione. Chapeau! Voto 6,5
Biglia:
proprio gli ci voleva, questo gol. Un destro chirurgico e affilato come un bistouri ad incidere le critiche per le sue recenti prestazioni, giudicate da qualcuno troppo di sostanza e poco pregne di fosforo. Eppure lui c'è e, pur giocando il pallone in maniera semplice, trasmette alla squadra tutta la sua esperienza e il suo carisma a metà campo. Voto 6,5
dal 75' Montolivo:
ultimi minuti a partita già in ghiaccio per dare fiato a Biglia. Voto 6
Bonaventura:
lavora bene tra le linee e si fa vedere spesso e volentieri nell'area di rigore avversaria, offrendo sempre una valida alternativa di passaggio per i compagni in possesso palla. Il suo sinistro schiacciato alla mezz'ora viene allungato in angolo da un attento Meret. Peccato. Voto 6,5
Suso:
ispirato fin dai primi minuti, pennella il cross che propizia il colpo di testa di Romagnoli e quindi la rete di Cutrone. Quando accarezza il pallone con l'esterno sinistro poi, raggiunge vette poetiche degne dell'Ariosto che da queste parti era di casa. Raddoppiato, triplicato, riesce comunque a ritagliarsi lo spazio per il tiro che propizia la doppietta di Cutrone. Que viva Espana! Voto 7
Cutrone:
ormai è ufficiale: ha il veleno dentro! Gli bastano una manciata di secondi per sbattere in rete un pallone vagante nell'area piccola e, non contento, concede il bis (praticamente in fotocopia) a metà ripresa, mandando di fatto in archivio la partita. Fattore C, e non ci riferiamo certo alla fortuna. Esce tra gli applausi di tutto il Mazza. Voto 7,5
dal 77' André Silva:
l'unico che non partecipa alla festa rossonera, ma per lui ci sarà spazio in Europa League. S.V.
Çalhanoglu:
cresce partita dopo partita a livello di condizione fisica e migliora progressivamente anche l'intesa con i compagni, come testimonia il triangolo con Suso che porta il turco al tiro alla mezz'ora. Altra prestazione sufficiente che vale un'ulteriore iniezione di fiducia. Voto 6,5
All. Gattuso:
cos'altro si può dire? Ha veramente cambiato la squadra giocando semplice, ripartendo da una preparazione atletica meticolosa e infondendo fiducia e autostima ai suoi calciatori. E ci voleva tanto? Evidentemente sì, quindi il merito è tutto suo. Voto 7


Le contropagelle Non Evolute di Alessandro Jacobone

MILAN (4-3-3): 
G. Donnarumma s.v  
Nonostante l'aggressività della Spal nella prima parte di gara e relativa pressione, non subisce pericolosi tiri in porta. Nel secondo tempo chiede una tazza di the per assistere ai goal dei compagni. 
Abate 6,5 Lotta nella prima parte nel momento in cui la squadra era sotto assedio degli spallini. Sale la sua prestazione nel secondo tempo come quella dei compagni. Becca pure un gross al bacio, ma non c'e' nessuno al posto giusto e non è certo per colpa sua.
Bonucci 6,5 Da diverse gare padroneggia e si fa trovare pronto. Strano che lo si debba ricordare solo noi. Con Romagnoli forma una bella coppia figlia della continuità. E meno male che non sapeva giocare a quattro. Ammonizione inutile nel finire della gara...ma lo sappiamo, Leo è cosi'.
Romagnoli 6  Stesso discorso fatto per il compagno di reparto ma con sulle spalle un errore elementare che poteva costare caro. Per il resto prestazione all'altezza. 
R. Rodríguez 5.5  Parte male e con parecchi errori elementari. Lazzari lo fa impazzire. Non a caso riprende a giocare appena la Spal si dissolve ed esce dal campo. Dalla sua il rientro dopo dieci giorni complicati. Da recuperare.
Kessié 6  Da buon impiegato continua a fare il suo e a farlo bene. Meno intensità rispetto al solito e ammonizione che gli farà saltare la gara di San Siro contro la Sampdoria. Si godrà un meritato riposo in previsione delle importanti gare di Roma e Derby.
Biglia 6,5  Bello e pulito, tira fuori palle e grinta. Questo è il Lucas che volevamo vedere e questo è quello che la dirigenza ha inseguito a lungo. Bravo e in goal
Bonaventura 6  Come Ignazio Abate, lotta nel momento del bisogno. Rincula per recuperare palla e ripartire e si mette a disposizione della squadra. Bene anche se meno brillante del solito.
Suso 6.5  E' in campo e si sente. Tutto gira intorno a lui, un po' come la Vodafone. Indispensabile.
Cutrone 7  Se c'e' Patrick Cutrone è goal... non serve aggiungere altro se non che troviamo inopportuni i numerosi post che inneggiano all'arrivo in estate di Belotti. Noi il campione italiano e milanista lo abbiamo già in casa.  #IoStoConPatrick
Çalhanoğlu 6  Preciso, buona corsa e utile nel creare superiorità. Continua il suo periodo positivo, in attesa del goal che lo vedrà esultare come un pazzo, ne siamo sicuri. Vai Hakan
Montolivo 6  Assist per il goal di Borini dopo essere entrato nel momento in cui dare valutazioni non ha senso. La partita era finita. Bravo comunque.
A. Silva s v Qualche minuto in più gli si sarebbe potuto dare. Cosi' forse forse fa ancora più male che restare in panca. Speriamo nell' Europa League
Borini s.v  Entra e segna ma come dicevamo prima, a partita chiusa e Spal fin troppo distratta dalle polemiche in panchina. 

Gattuso 7  E' passato dall' Ikea e ha riempito il carrello di scatole di chiodi per saldare la sua panchina per la prossima stagione. A parte gli scherzi, lo sta facendo con gioco e risultati. Bravo lui e chi ha rischiato per sceglierlo.