Sacchi: "L'esonero di Giampaolo è un'ammissione di colpa"

L'ex tecnico del Milan sull'addio del tecnico
12.10.2019 09:00 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Arrigo Sacchi
© foto di Federico De Luca
Arrigo Sacchi

"Mettere via subito un allenatore e' come dire: 'Ci siamo sbagliati'". Cosi' l'ex allenatore del Milan, Arrigo Sacchi, sull'esonero di Marco Giampaolo dalla guida dei rossoneri, ora affidati a Stefano Pioli. "Conosco Giampaolo da tanto tempo, lo volevo prendere quando ero direttore nel Parma e quando ero responsabili delle giovanili della Nazionale gli chiesi di venire ad allenare l'under 21 - aggiunge l'ex ct azzurro durante l'appuntamento dal titolo "Il Milan degli immortali", in corso all'Auditorium Santa Chiara di Trento, in occasione della seconda edizione del Festival dello Sport - Mi e' dispiaciuto sia andato via perche' e' bravo, ma non so cosa sia successo. Voglio un gran bene al Milan e a tutti i giocatori che ho allenato: ora ci sono Maldini e Boban, al quale auguro tutto il meglio possibile".