Milan-Spal 2-1, pagelle e contropagelle del Milanologo: due mesi dopo, riecco il Pipita! Gigio salva-la-vita, Baka gigante!

I voti del match di San Siro
29.12.2018 22:24 di Carlo Tagliagambe Twitter:   articolo letto 152 volte
Pagelle Napoli
Pagelle Napoli

MILAN-SPAL 2-1

Le pagelle di Carlo Tagliagambe
MILAN (4-3-3)
Donnarumma:
beffato dal rimpallo sul gol di Petagna, parata salva-partita sulla frustata di Fares a tempo scaduto. Un vero e proprio miracolo (a freddo) che mette in cassaforte i tre punti e inchioda la panchina di Gattuso. Voto 7
Abate:
lotta come un leone per un'ora, poi si arrende alla spallata maldestra di Fares che lo mette ko. Voto 6
dal 62' Calabria:
mezz'ora finale senza patemi. Voto 6
Romagnoli:
Petagna è un armadio a quattro ante, d'accordo, ma il capitano del Milan non può farsi aggirare così facilmente.
Mettiamoci poi che il rimpallo non è sfigato, di più, ma il suo esta comunque un errore da matita rossa. Voto 5,5
Zapata:
inforca il motorino quando c'è da sorpassare in velocità un'anguilla dell'area di rigore come Mirco Antenucci e gioca una gara diligente e puntuale. Voto 6,5
Rodriguez:
solito Cisalpino puntuale nell'andata/ritorno sul binario mancino. Voto 6
Kessie:
meno lucido del solito, specie nella gestione del pallone e qualche errore di troppo sottoporta. Voto 5,5
Bakayoko:
sembra altissimo e insuperabile quanto i giganti che vegliano sull'isola di Pasqua. Allo stesso modo lui vigila sulla metà campo e non permette a nessuno l'ingresso nella sua metà campo. Partita quasi impeccabile per Baka: peccato solo per quel rigore in movimento fallito nel primo tempo. Voto 7
Calhanoglu:
segnali di ripresa anche dal giovane turco che, specie nella prima parte di gara, alimenta l'azione offensiva con verve ed estro come non gli capitava da un po'. Avesse trovato anche il gol nella ripresa, la festa sarebbe stata completa... Voto 6
Suso:
recuperato per la gara più importante della carriera di Gattuso, prova a gettare il cuore oltre l'ostacolo anche se fisicamente ancora non ne ha. Esausto, becca un rosso da annebbiamento per acido lattico che gli costerà carissimo: non ci sarà in Supercoppa contro la Juve. Voto 5,5
Higuain:
fa il pienone di fischi quando, al 45', sciupa l'ennesima occasione trascinandosi il pallone sul fondo dopo un controllo maldestro. E' il punto più basso della sua stagione che, d'ora in poi, non può che migliorare. E infatti migliora circa mezz'ora dopo quando, di rabbia, insacca il pallone del 2-1. Due mesi dopo, rieccolo finalmente esultare. Due mesi dopo, riecco finalmente gli applausi di San Siro. Bentornato Pipa. Voto 6,5
dall'82' Borini: S.V.
Castillejo:
tutto il sangue freddo che non ha avuto nelle scorse partite lo dimostra stasera calibrando alla perfezione una volée che spezza l'incantesimo di un Milan pietrifcato sottoporta da ormai troppe partite. E questo è un grande merito. Voto 6,5
dal 62' Cutrone:
si vede poco nel finale, non riesce neanche questa volta a lasciare il segno. Voto 5,5
All. Gattuso:
si gioca il tutto per tutto affidandosi ai suoi uomini e ad un Castillejo ormai sempre più alto nelle sue gerarchie e, a conti fatti, no sbaglia. L'abbraccio con Higuain dopo il ritorno al gol del Pipita è da foto-profilo su qualsiasi social network. Voto 6

Le contropagelle del Milanologo
Donnarumma 6.5:
Inoperoso per tutti i 90 minuti colpito a freddo dal tiro velenoso per una deviazione di Romagnoli che lo beffa incolpevolmente. Super l'intervento su Fares che salva la vittoria.
Abate 6: Nel primo tempo cerca di spingere sulla sua fascia di competenza cercando di dare aiuto al sempre marcatissimo Suso. Peccato che i suoi cross non sono mai stati il suo pezzo forte.
Rodriguez 6: Come sempre meno propositivo dei dirimpettai di fascia, anche lui tenta qualche sortita offensiva senza mai trovare l'assist vincente. Romagnoli 5.5: Sfortunato a deviare nella propria porta un tiro innocuo , rischia in un paio di occasioni lasciandosi saltare troppo facilmente da Petagna.
Zapata 6: Sicuro e preciso con un paio di chiusure nelle poche volte che gli attaccanti avversari si presentano dalle sue parti.
Bakayoko 7: Signore del centrocampo, domina in un lungo e in largo sia in fase di rottura che in fase di impostazione sfiorando due volte il primo gol in rossonero. Sicuramente il migliore in campo.
Kessie 6: Sostanza e corsa dall'ivoriano sono sempre garantite tanto quanto confusione e imprecisione.
Chalanoglu 6.5: In ripresa rispetto alle ultime pessime prestazioni. Qualche buona giocata di qualità come l'assist per il gol vittoria di Higuain.
Suso 5: Sempre raddoppiato fa fatica a liberarsi per qualche giocata decisiva. A volte qualche leziosismo di troppo indispettisce l'esigente platea di San Siro. Innervosito dall'arbitro trova il tempo per lasciare la squadra in 10 nei minuti finali.
Castillejo 6.5: Ha il merito di pareggiare immediatamente il match con un bel tiro all'incrocio. Il resto è tanta corsa e impegno senza però lasciare altre tracce nella partita.
Higuain 6.5: Lontano anni luce dalla sua migliore versione, si ricorda del bomber di razza che è sempre stato in occasione del gol che termina il suo digiuno durato ben nove partite.
Calabria 6: Appena entrato da una sua discesa nasce il gol del raddoppio, i restanti trenta minuti si limita al compitino.
Cutrone 6: Mezz'ora di gioco dove mette in campo tutta la sua voglia di giocare rendendosi utile alla causa.
Borini S.V.: Pochi minuti per lui dove fa in tempo a perdersi Fares per fortuna sua Donnarumma rimedia.
Gattuso 6: Fino al gol del vantaggio la squadra schiumava rabbia e voglia di vincere, gli ultimi venti minuti sono decisamente rivedibili.