Maldini rompe il silenzio: "Deferimento Uefa? Non siamo sorpresi"

Il dirigente rossonero interviene sulle vicende societarie
12.04.2019 08:00 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Maldini
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Maldini

"Non siamo sorpresi e comunque il deferimento riguarda gli anni precedenti a Elliott. Siamo pronti a tutto e abbiamo tante armi". Così il dirigente del Milan, Paolo Maldini, commenta il nuovo deferimento della società rossonera alla Camera arbitrale della Uefa. "Anche l'anno scorso dovevamo essere esclusi dalle coppe europee e poi è intervenuto il Tas -sottolinea Maldini ai microfoni di Sportmediaset-. Come club vogliamo che non sia un confronto duro e senza dialogo, il Fair play finanziario ha azzerato i debiti nel calcio europeo ma non permettere ad una società sana e senza debiti di intervenire sul mercato è anche incostituzionale. La Uefa ha ben capito che il Milan è una società sana, con persone competenti e vuole tornare in alto".