Lazio-Milan 0-0, pagelle rossonere: Suso evanescente, perché non Castillejo? Piatek a secco

I voti della semifinale di Coppa Italia
26.02.2019 23:05 di Carlo Tagliagambe Twitter:   articolo letto 72 volte
Top Milan
Top Milan

LAZIO-MILAN 0-0

Le pagelle di Carlo Tagliagambe

MILAN
Donnarumma:
attento quando serve, anche se la maggior parte dei tiri biancocelesti, pur pericolosi che siano, non inquadrano la porta. Voto 6
Calabria:
interpreta con personalità la fase difensiva, ma è un po' troppo timido quando c'è da cercare il fondo. Voto 6
Musacchio:
l'intesa con Romagnoli sembra crescere di partita in partita, e lo dimostra anche oggi contro una Lazio agguerrita. Voto 6,5
Romagnoli:
impeccabile, preciso, attento. Gara da vero capitano. Voto 6,5
Laxalt:
Romulo nella prima mezz'ora sembra Roberto Carlos, lui lo tiene a bada in qualche modo sfoggiando la garra tipica degli uruguagi. Voto 6
Kessié:
lotta come un leone per mezz'ora, poi deve arrendersi ai pestoni subiti dagli avversari. Voto 6
dal 29' Çalhanoglu:
entra a freddo e non riesce mai ad incidere. Voto 5
Bakayoko:
dopo l'uscita di Kessie si ritrova ad essere l'unico uomo di corsa del centrocampo e lotta da solo contro tutto e tutti. Voto 6
Paquetà:
nel primo tempo toglie le castagne dal fuoco con un paio di interventi difensivi perfetti in quanto a tempismo ed irruenza, nella ripresa è avulso dal gioco e non trova mai lo spunto per innescare l'azione, perdendo anche un paio di palloni davvero rischiosissimi. Voto 5,5
dall'85' Biglia:
giusto il tempo di beccarsi i fischi dell'Olimpico. S.V.
Suso:
partitaccia, sotto tutti i punti di vista. La squalifica in campionato avrebbe dovuto garantirgli freschezza e qualche guizzo dei suoi, invece appare arrugginito a livello di condizione fisica e un po' svogliato nella giocata. Voto 5
dal 73' Castillejo: 
è stato il migliore in campo contro l'Empoli, meritava qualche minuto in più questa sera. Non è un caso che, al suo ingresso in campo, le acque in avanti si smuovano un po'. Voto 6
Piatek:
non gli arriva un pallone che sia uno, impossibile chiedergli sempre i miracoli. Voto 5,5
Borini:
solita corsa in fascia senza però lasciare impronte del suo passaggio. Voto 5
All. Gattuso:
per come è andata la gara, essere usciti indenni dall'Olimpico può essere considerato un successo. Eppure la sensazione è quella di aver visto un Milan troppo rinunciatario, poco coraggioso e fin catenacciaro. Si poteva osare qualcosina in più. Anche la formazione iniziale lascia qualche dubbio, in particolare sulle scelte degli esterni offensivi Suso e Borini, quando a scaldare la panchina c'era un Castillejo in stato di grazia.
Voto 5,5