Atalanta-Milan 1-3, pagelle rossonere e contropagelle del Milanologo: Piatek cecchino, Donnarumma mani di burro

Bene Musacchio, Paquetà incantevole!
16.02.2019 22:40 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Piatek esulta
Piatek esulta

Le pagelle di Ciccio Mariello

MILAN (4-3-3)

DONNARUMMA 5 Figlio mio, sei due metri di cristiano... Ma se ti arriva un tiro rasoterra improvviso alla figura, per quale diavolo di motivo ti ostini a voler scendere con le braccia? Ma usa i piedi, allarghi il gambone e la prendi... Ci vuole tanto?

CALABRIA 6 Contiene bene dal suo lato anche quando lo attaccano in due contro uno.

MUSACCHIO 7 Oggi lo spauracchio Zapata tocca a lui; risponde sempre presente ribattendo colpo su colpo all'ispiratissimo centravanti nerazzurro che non riesce a calciare mai in porta.

ROMAGNOLI 6 Sul gol era talmente fuori posizione da essere finito addirittura fuori dal campo, ma è l'unica sbavatura della sua gara.

RODRIGUEZ 6 Pollo (per essere gentili) nello sdraiarsi su Ilicic che col destro quel pallone non l'avrebbe crossato mai; infatti sterza, rientra sul mancino e serve l'assist. Si riscatta pennellando allo scadere il suggerimento per Piatek e crescendo nella ripresa.

KESSIE 5 Impreciso e macchinoso, si divora un gol di testa in avvio dove era talmente solo che avrebbe anche potuto (magari dovuto?) metterla giù e piazzarla.

BAKAYOKO 7 Dominatore assoluto della mediana; inizia a tornare ai livelli di Monte-Carlo.

PAQUETA' 7.5 Ispirato dal gol di domenica scorsa, gioca disinvolto con qualità e padronanza tecnica; se solo ogni tanto eccedesse meno coi preziosismi vedi gol del 4-1 divorato, sarebbe perfetto.

42' st LAXALT sv

SUSO 4 Ennesima prestazione abulica condita da un'ammonizione a dir poco evitabile che gli costa la partita con l'Empoli. Certo se il rendimento è questo, non è 'sta gran perdita...

32' st CASTILLEJO sv

PIATEK 8 Non è un pistolero, è uno sniper! Inventa una prodezza inspiegabile al calare del primo tempo e poi stravince il duello con Zapata beffando lui e Berisha per l'incornata del 3-1.

23' st CUTRONE 6 Entra con il morale sotto le scarpe ma si sbatte come sa far lui, guerreggiando là davanti e tenendo su dei palloni importanti; del resto è entrato per quello.

CALHANOGLU 6.5 Primo tempo da ex calciatore prima di scaldare finalmente quel benedetto destro ed illuminare la notte con un asteroide che ribalta il risultato per poi chiudere l'opera con il cioccolatino recapitato sulla testa di Piatek.

ALL. GATTUSO 7 Un punto a Bergamo alla vigilia era un risultato che poteva tranquillamente starci; fino al gol preso il Milan sta bene in campo e non rischia praticamente nulla. Freuler manda in crisi tutto l'impianto tattico ma ci pensa il Pistolero a rimettere la barca in linea di galleggiamento e poi, una volta trovato il vantaggio, amministra da grande squadra un risultato pesantissimo in chiave Champions.

 

 

Le contropagelle del Milanologo 

Donnarumma 6: Forse non impeccabile sul gol di Freuler, SuperGigio torna tra gli umani però con una prestazione sicura che dimostra il salto in avanti livello di maturità 
Calabria 6.5: Il gioco si sviluppa prevalentemente sulla fascia opposta, ma le poche volte che i bergamaschi provano ad attaccare dalla sua parte trovano quasi sempre la strada sbarrata.
Rodriguez 6.5: Il tandem Hateboer-Ilicic mette a dura prova la tempra del difensore svizzero. L'unica volta che mette il naso fuori mette un cross col contagiri serve il Pistolero per il gol del fondamentale pareggio.
Musacchio 7: Fa a sportellate con avversario davvero comodo come Zapata ma ne esce nettamente vincitore con una partita da vero gladiatore.
Romagnoli 7.5:Il Capitano conferma il suo momento felice chiudendo a doppia mandata la difesa e concedendo al miglior attacco della Serie A il minimo sindacale. Chiusure sempre pulite e perfette il nostro Alessietto sembra aver fatto il definitivo salto di qualità
Bakayoko 6.5: Nel primo tempo soffre un po' troppo la velocita del Papu Gomez, ma nel secondo torna a dominare da par suo il centrocampo con maestosità e personalità dominando la mediana in lungo e in largo
Kessie 6.5: Nel primo quarto d'ora si divora due palle gol, ma l'ivoriano non si abbatte macinando chilometri e avversari. Sarà l'aria di Bergamo ma a tratti si è rivisto il vero Kessie.
Paquetà 6.5: Con la sua calma olimpica e la sua classe mette ordine ad un centrocampo fisico ma poco qualitativo. Tacchi colpi di suola ma anche tanta sostanza fanno di lui un elemento imprescindibile in questo centrocampo.
Suso 5.5: Forse una delle poche note stonate della serata, prosegue il suo trend di prestazioni negative lasciando solo un bel ricordo di se nell'assist poi divorato da Kessie
Chalanoglu 7: Primo tempo horribilis come il resto della sua stagione. Poi dal cilindro a inizio ripresa tira fuori il coniglio vincente con una rasoiata di destro degna del suo pedigree. Conferma che la luce si è accesa con il calcio d'angolo perfetto per la testa del Piatek. Bentornato Chala.
Piatek 8.5: Il Pistolero sembra inarrestabile con una doppietta che potrebbe risultare decisiva per la corsa Champions. Primo sparo a fine primo tempo con una volèè di una difficoltà immensa, il secondo sparo arriva a suggellare il match con uno splendido inserimento di testa....PUM PUM PUM.
Cutrone 6: Purtroppo per lui chi gli sta davanti nelle gerarchie segna a ripetizione, è piaciuto però l'atteggiamento di Patrick che ha dato l'anima nei venticinque minuti finali con il giusto atteggiamento.
Castillejo 6: Entra per uno spento Suso a dare freschezza e gamba nel quarto d'ora finale.
Laxalt S.V.: Pochi minuti per lui giusto il tempo per un paio di sgroppate delle sue.
Gattuso 8: Gli Anti Gattusiani si devono rassegnare, il Mister imbriglia il tanto osannato Gasperini con una partita da squadra matura su un campo dove hanno faticato tutte. Bravo Mister