La pace di Allegri con Adani: "Il calcio non è scienza, è un'arte!"

Il tecnico livornese chiarisce i dissidi con il commentatore
04.05.2019 08:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ansa
Allegri
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Allegri

"I dati contano relativamente nel gioco del calcio: a Madrid, l'anno scorso, abbiamo avuto il 38% di possesso palla e abbiamo vinto 3-1, mentre contro l'Ajax in casa abbiamo avuto il 54% di possesso palla e hanno vinto loro".

Così Massimiliano Allegri, parlando a Sky Sport, dopo il pareggio con il Torino. L'allenatore della Juve ha avuto un chiarimento con l'opinionista Adani, con il quale era entrato in polemica dopo il pari con l'Inter. "Quest'anno abbiamo giocato tre partite che considero emblematiche: contro Valencia, Manchester United e Atletico Madrid in casa. La migliore è stata quella contro lo United, ma nessuno se la ricorda, perché abbiamo perso. Milan e Juventus, che ho avuto la fortuna di allenare, sono due società con Dna diversi e che agiscono in contesti diversi. Quelli che vincono sono pochi, il calcio non è una scienza esatta, ma arte", ha concluso.