Juve, Buffon: "Il ritiro fa paura, ma sarò me stesso fino alla fine!"

Il portiere bianconero pronto alla decisione sul suo futuro
 di Redazione Calcissimo  articolo letto 17 volte
Buffon
Buffon

Il ritiro lo spaventa ma se restera' in campo lo fara' per poter vestire i panni di SuperGigi fino alla fine. Alla vigilia della conferenza stampa in cui fara' luce sul proprio futuro, Buffon si racconta in un'intervista concessa a Gerard Pique' per "The Player's Tribune". L'intervista, anche se pubblicata oggi, non sembra recentissima visto il passaggio in cui dice che "fra un paio di mesi parlero' col presidente" a proposito del suo futuro, ma quanto emerge lascia pensare che il portiere e capitano della Juventus si appresti ad appendere i guantoni al chiodo. Quando Pique' gli chiede se bisogna aspettarsi Buffon in campo per altri due anni, il diretto interessato replica: "Nessuna sorpresa. Penso che alla mia eta' devi valutare la situazione di mese in mese, una settimana alla volta. Perche' e' importante per un atleta che ha sempre giocato al top fare il proprio meglio, lottare per essere il migliore, per rimanere al vertice. Devi stare fisicamente bene perche' non vuoi fare brutte figure solo per una questione di orgoglio. Sono Buffon e voglio esserlo fino all'ultimo minuto. Quando non lo saro' piu', me ne andro'". Dall'altro lato quello che c'e' al di la' del rettangolo di gioco lo spaventa. "Sarei disonesto se dicessi che non ho paura del ritiro. Ma in fondo sono calmo e mi sento in pace e il giorno in cui smettero' trovero' un modo per non annoiarmi e tenermi impegnato. L'unico problema e' che la mia vita e' stata organizzata per 23 anni, ogni mattina avevo la mia tabella ma quando hai davanti 24 ore senza fare niente, ecco, quello potrebbe essere un problema".