GIGI, TU QUOQUE: QUANDO IL RITORNO IN CASA JUVE E’ D’OBBLIGO

Il nostro Gianluca Drammis analizza le ragioni che spingono Buffon al clamoroso ritorno a casa...
26.06.2019 14:48 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Gigi Buffon
Gigi Buffon

E’ una notizia che ha del clamoroso e che rimbalza da ieri sera: altro che Porto e Brasile, Gigi Buffon vuole tornare alla Juve e la Juve vuole ancora Gigione. 

Ma perché questa scelta? Sicuramente ha inciso la possibilità di restare all’interno dello staff dirigenziale da parte dell’ex numero 1 bianconero dal prossimo anno. Pensare ad un Buffon in stile chioccia nei confronti di Szczesny non è minimamente pensabile: il polacco ha avuto un rendimento importante quest’anno e non deve sussistere una coabitazione tra i due.

Pensare ad un Buffon che aiuti Sarri nello spogliatoio, può essere forse una chiave di lettura oppure la ricomposizione della BBC è un’altra alternativa in chiave romantica interessante.

Perché si? La stragrande maggioranza di tifosi non appoggia il ritorno dell’ex capitano. Mi piace l’idea romantica di pensare al numero 1 che contribuisca ad aiutare i propri compagni e vederlo a fianco di CR, sarebbe forse il SUO più grande sogno. Numero 12 e poi rimanere in società, rappresenta il trait d’union perfetto. Lo scorso anno era stato quello di Bonucci, adesso sarà quello di Gigi ed il prossimo anno a chi toccherà? Qualora il numero 12 fosse stato, come si paventava, uno alla Mirante, a questo punto allora non è meglio proprio Gigi?

Perché no? Gigi è conscio di venire a fare il numero 12. E deve essere così fino alla fine dell’anno. Non bisogna mettere pressioni a Szczesny di nessun tipo. I media, i tifosi e gli addetti ai lavori si stanno chiedendo il perché di questa scelta che non è sicuramente caldeggiata dal solo Buffon ma anche da Agnelli. Verrebbe per giocare la Coppa Italia e le sue 6 / 8 partite di campionato.

Con Barzagli nello staff di Sarri, Bonucci e Chiellini al centro della difesa in attesa di De Ligt e Buffon ad un passo dal ritorno, la BBBC è pronta.

Bentornato Gigi!

Gianluca Drammis