Roma-Napoli 2-1, pagelle azzurre: davanti si salva solo Milik, Koulibaly ora è un caso

I voti del match dell'Olimpico
02.11.2019 17:05 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Koulibaly
Koulibaly

Roma-Napoli 2-1

Le pagelle di Luca Coscia 
Napoli (4-4-2)

Meret 7: incolpevole sul gol di Zaniolo. Fa una gran parata su Kolarov poi lo ipnotizza dal dischetto. Parare un altro rigore sarebbe stata una grande impresa.
Di Lorenzo 5.5: soffre la verve di Kluivert e non spinge come sa. Si fa notare per un colpo di testa salvato sulla linea.
Manolas 6: i fischi dei suoi ex tifosi non lo innervosiscono. Buona la sua prova su Dzecko.
Koulibaly 5: mostra ancora le stesse amnesie e posizionamenti errati che lo accompagnano in questo inizio di stagione.
Mario Rui 5: Zaniolo gli passa ovunque e sul secondo rigore commette una grande ingenuità.
Callejon 5: ingenuo il fallo di mano da cui nasce il primo rigore. In affanno quando Kolarov spinge, la sua gamba manca eccome. (Dal 56’ Lozano 6: confeziona l’assist del 2-1 e con le sue accelerazioni crea scompiglio )
Zielinski 5: inizio orribile, poi si riprende ma nel complesso è sottotono. Sfortunanto quando colpisce il palo
Fabian Ruiz 5.5: il traffico a centrocampo gli toglie spazio. Guadagna mezzo gol avviando l’azione del 2-1.
Insigne 5.5: qualche sprazzo del suo genio ed un tiro che impegna Pau Lopez ma niente più. (Dall’82’ Younes s.v.)
Milik 6: una traversa ed un gol, il quinto in quattro giornate. Per il resto ha pochissimi palloni.
Mertens 5: nonostante sia il più volenteroso nel primo tempo, sbaglia una palla gol clamorosa. Scompare nella ripresa. (Dal 64’ Llorente 5.5: gioca per mezz’ora ma si fa notare solo quando si procura l’espulsione nel recupero)
All. Davide Ancelotti 5.5: al suo debutto in serie A. In avvio Fonseca lo ingabbia poi, dopo il rigore parato da Meret, la gara cambia inerzia con gli azzurri che meriterebbero il pari. Nella ripresa la squadra torna in campo spaesata, con il raddoppio sembra scomparire ma i cambi danno vivacità e sembrano poter far agguantare il pareggio.