Napoli-Lazio 1-0, le pagelle azzurre: Hysaj disastroso, Insigne uomo-squadra

I voti del nostro Luca Coscia a Gattuso e i suoi ragazzi!
22.01.2020 10:27 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Insigne esulta
Insigne esulta

Le pagelle di Luca Coscia

Napoli (4-3-3)

Ospina 6.5: gara di grande attenzione e quando lui non ci arriva, per una volta ci pensa la sorte.

Hysaj 4: un intervento scomposto regala un rigore alla Lazio. Come se non bastasse, si fa ammonire di nuovo quando sono passati appena 20’. Serata da dimenticare:

Manolas 6.5: un recupero su Correa la foto della sua gara. Tantissima applicazione contro uno degli attacchi più forti della serie A.

Di Lorenzo 6.5: centrale per poco poi torna a destra. La gara in 10 lo costringe a tanta sofferenza ma lui risponde presente ed ogni tanto si rivede in zona cross.

Mario Rui 6: Lazzari gli crea pochi problemi anche perché Insigne gli da una grossa mano. Partita ordinata ma senza eccellere.

Demme 6.5: una sua palla persa regala l’azione del rigore alla Lazio. Passato lo shock, prende per mano il centrocampo andando anche a far lavoro sporco quando è necessario.

Lobotka s.v.: al debutto, viene sacrificato in nome dell’inferiorità numerica. Troppo pochi 20’ per giudicarlo. (Dal 20’ Luperto 6: entrato a freddo, pur mostrando tutti i suoi limiti concede pochissimo agli avversari)

Zielinski 7: un assist al bacio e l’espulsione procurata basterebbero per giustificare il voto. Mettiamoci però l’impegno e la qualità che ha messo nell’arco dei novanta minuti.

Callejon 5.5: non una gran gara, ma almeno, stavolta, da una mano con spirito di abnegazione e sacrificio in fase di non possesso. (Dal 67’ Elmas 6: Venticinque minuti per far respirare la squadra e dare manforte in mezzo al campo. Missione compiuta)

Milik 6: palo a parte, merita gli applausi per essere stato per quasi tutto il match il primo difensore azzurro.

Insigne 7.5: pronti via e con una serpentina segna un gran gol. Con l’uomo in meno si sacrifica molto in fase di copertura e più di una volta sfugge a Lazzari. Incita i compagni e chiede il supporto del pubblico da vero capitano. Chiedergli di più è veramente difficile. (Dal 76’ Ruiz)

All. Gattuso 6.5: niente turnover e subito dentro i due nuovi arrivati per dare un segnale importante. La squadra fin da subito appare combattiva. Il rosso di Hysaj lo costringe a tirar fuori subito Lobotka, ridisegnando un 4-4-1. Ristabilita la parità, la squadra gestisce bene il vantaggio. Decide di togliere i due esterni, stremati ma, stavolta, ha ragione. Chissà che questa sia la gara della svolta, di certo se la squadra mette in campo sempre questo spirito, la risalita non sarà un’utopia.