Napoli-Fiorentina 1-0, le pagelle azzurre: Insigne provvidenziale, Mertens bocciato!

I voti del nostro Luca Coscia!
15.09.2018 20:00 di Redazione Calcissimo  articolo letto 38 volte
Mertens
Mertens

Napoli (4-3-3)

Karnezis 6: torna a difendere i pali dopo due panchine. Al primo tiro in porta della Fiorentina non è spettacolare ma efficace. Per il resto ordinaria amministrazione.

Hysaj 6: con Mario Rui che spinge tanto lui mantiene la posizione, cavandosela di mestiere.

Maksimovic 6.5: buona la prima. Gettato in campo contro l’incubo Simeone, se la cava alla grande. Le incertezze viste in precampionato non si vedono. La sensazione è che può dare anche lui il suo apporto.

Koulbaly 6.5: probabilmente i fantasmi del 3-0 di maggio lo perseguitano perché in avvio è irruento e falloso. Con il passare dei minuti, però, cresce tornando il gigante che tutti conosciamo.

Mario Rui 6.5: nonostante dalle sue parti ci sia un certo Chiesa, lui spinge che è un piacere. In crescita rispetto alle precedenti prestazioni. Nel recupero ferma provvidenzialmente in scivolata un pericoloso Chiesa.

Allan 6.5: oramai è imprescindibile dal gioco di Ancelotti. La sua solita gara tutto grinta e cuore che tiene in piedi il centrocampo.

Hamsik 6: non è ancora la versione 2.0 di Marekiaro ma meglio rispetto al passato. I suoi piedi sono un’altra cosa rispetto a Diawara e si vede ma è ancora troppo lento nell’impostazione. Il Napoli ha bisogno di un vero regista, lui di darsi una mossa.

Zielinski 7: è in un ottimo momento di forma e si vede. Dialoga a meraviglia con i compagni, soprattutto con Insigne. Dai suoi piedi passano le azioni migliori del Napoli.

Callejon 6: torna in campo dopo la panchina di Genova. Dalle sue parti c’è Biraghi, lui non solo lo tiene a bada ma spesso con i suoi tagli lo mette fuori causa. (Dal 70’ Ounas 5.5: mandato in campo per spaccare la partita non incide più di tanto. Ha dalla sua l’aver ricevuto pochissimi palloni.)

Mertens 5.5: schierato al posto di Milik va, però a sinistra e non al centro dell’attacco. Tanto movimento ma pochi spunti. L’unica volta pericoloso è proprio prima di uscire quando, con un destro a giro, sfiora il palo. (Dal 55’ Milik 6.5 Ancelotti lo getta nella mischia chiedendogli di far salire la squadra. Lui esegue gli ordini. Perfetto l’assist per Insigne in occasione del gol)

Insigne 7: schierato falso nueve da Ancelotti, è il più pericoloso del reparto offensivo. Il controllo con tanto di conclusione in occasione del gol è da far vedere alle scuole calcio. Lo scugnizzo è tornato. (Dall’80’ Rog s.v.)

All. Ancelotti 6.5: continua sulla strada del turn over con ben 5 cambi rispetto alla gara contro la Samp. Bene la mossa di Insigne centravanti. Sicuramente un passo avanti in fase difensiva, in avanti, nonostante le diverse occasioni, la manovra manca ancora di fluidità. La sensazione, però, è che Carletto sia il primo a sapere quali sono le pecche della squadra e su cosa deve lavorare.

Luca Coscia