Napoli-Bologna 1-2, le pagelle azzurre: la difesa fa acqua, Llorente naviga a vista

Male Manolas e Maksimovic!
01.12.2019 20:45 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Ancelotti
Ancelotti

Le pagelle di Luca Coscia

Napoli (4-3-3)

Ospina 6: forse sul primo gol poteva far qualcosina in più mentre sul secondo è incolpevole. Nel complesso fa la sua buona prova.

Maksimovic 5: il peggiore in campo ma non è colpa sua. Un conto è fare il terzino se hai davanti Callejon o Di Lorenzo, un altro Lozano. I pericoli principali, gol compresi, arrivano dal suo lato proprio perché preso in velocità.

Manolas 5: inizia sugli stessi standard di Liverpool poi commette due errori. Fuori posizione sul primo gol, in ritardo sul secondo. Roba non da lui.

Koulibaly 6: conferma di esser tornato sui suoi standard. Dalle sue parti non si passa.

Di Lorenzo 5.5: a sinistra sembra il gemello scarso. Spinge ma non riesce a pungere come a destra ed in difesa fa in affanno.

Fabian Ruiz 5.5: sembra a suo agio come mezz’ala destra. Disegna geometrie come lui sa ma altrettanti sono gli errori in appoggio.

Zielinski 5.5: versione playmaker convince a sprazzi ed in fase difensiva soffre.

Elmas 6: schierato come mezz’ala sinistra, fa la sua onesta partita ma senza eccellere. Buono il suo fraseggio ma nessuna giocata degna di nota. (dal 65’ Mertens 5.5: inizia con un tiro da fuori che da l’illusione nel gol poi sparisce. Nel finale manda alle stelle un pallone non da lui).

Lozano 6: buono il primo tempo quando, esterno del 4-3-3, sembra a suo agio. Dialoga con i compagni di reparto e crea pericoli. In affanno, invece, nella ripresa. Tardivo il cambio. (All’81 Younes s.v.)

Llorente 6.5: un gol fatto, uno annullato. Schierato centravanti di peso, fa il suo dovere tenendo palla e facendo salire la squadra.

Insigne 6: in un ruolo più congeniale riesce a dare il meglio di sè. Propizia il primo gol, a tratti diventa imprendibile per gli avversari. Ancora una volta, però, è impreciso sotto porta ed a volte è frentetico.

All. Ancelotti 4: va bene il cambio di modulo che, infatti, nel primo tempo porta i suoi frutti ma alcune scelte sono a dir poco discutibili. Non ha senso Maksimovic terzino quando la gara la devi fare e non aspettare l’avversario. Non ha senso Di Lorenzo a sinistra se in panchina hai comunque Hysaj. Sull’1-1 toglie Elmas, che era l’unico che faceva un po' di legna, con il risultato di mettere in imbarazzo la difesa. Tardivo il cambio di Lozano. E perché nel finale non mettere Callejon terzino per l’assalto finale?