Il Pagellone bianconero: Buffon chiude vincendo, Higuain gol scudetto, Douglas Costa craque!

Mandzukic strappa a stento la sufficienza, Howedes non giuducabile...
 di Redazione Calcissimo  articolo letto 28 volte
Festa bianconera!
Festa bianconera!

Buffon: è il suo ultimo anno, è il settimo scudetto consecutivo. Si alterna con il futuro numero uno bianconero. Sabato ci sarà la passerella giusta e meritata per un giocatore che ha dato tutto alla Juventus 8 

 

Szczesny: è il futuro della Juve, scelto da Buffon. Il momento e la parata chiave è quella in casa su Schick contro la Roma in casa. 7

 

Lichtsteiner: settimo scudetto consecutivo. Cosa si può dire ad un giocatore così? Lascia la Juventus con altri due trofei. Cuore bianconero 6.5 

 

De Sciglio: la su stagione va in crescendo. È bloccato da un infortunio nel momento migliore della stagione, si regala un super gol col Crotone 6.5 

 

Chiellini: mostruoso. La sua migliore stagione alla Juventus, non crolla mai ed è sempre l’ultimo a farlo quando la squadra non c’è. È il leader futuro della squadra 9 

 

Benatia: macchia la stagione con gli errori di Crotone e Napoli, per il resto sostituisce bene Bonucci e regala anche diversi gol pesanti come quello contro la Roma in casa. 7.5 

 

Barzagli: rinnoverà probabilmente per un altro anno. In qualche partita ha fatto fatica, in altre è stato indispensabile per dare respiro agli altri difensori 6.5 

 

Rugani: ha faticato quest’anno nel trovare spazio. Il prossimo anno può essere quello del dentro o fuori. 6

 

Howedes: due partite intere contro Napoli e Samp, la dicono tutta sulla stagione del tedesco. Sigla anche un gol S.V. 

 

Alex Sandro: è la grande delusione dell’andata bianconera. Sembra svogliato e gioca in maniera “triste”. Sigla diversi gol nonostante tutto (il decisivo nel derby di ritorno ad esempio). Poteva dare di più 6

 

Asamoah: professionista esemplare. Praticamente già dell’Inter, regala tutto per la maglia e diventa titolare sottraendo il posto al brasiliano 7 

 

Khedira: record di gol e di presenze. Accusato spesso di essere un giocatore finito, dimostra di essere fondamentale. Ci sarà anche il prossimo anno? Sarebbe una gravissima perdita. Il gol decisivo è quello del 2-1 contro il Bologna 8 

 

Pjanic: l’ago e il faro della squadra. Sembra perdere fisicità nel finale di stagione, ma è il perno della squadra bianconera e lo sarà anche il prossimo anno. Su lui e Dybala verrà costruita la squadra l’anno prossimo? 7.5 

 

Matuidi: grande sorpresa. Specie quando la squadra passa a 3 in mezzo. Corre, pressa, suda: nel finale sembra più stanco, ma è anche lui decisivo 7 

 

Bentancur: gioca a sprazzi, troverà sicuramente più spazio nel prossimo anno 6 

 

Marchisio: gioca pochissimo anche lui. Vice Pjanic, chissà che fine farà qualora restasse Allegri...6 

 

Sturaro: non trova il campo nella seconda parte della stagione. Gioca diversi spezzoni ad inizio anno 6 

 

Bernardeschi: nella prima parte non vede molto il campo, ma da gennaio imprime una svolta alla stagione. Il gol di Cagliari è decisivo e sforna diversi assist nella parte centrale. C’è l’infortunio di mezzo, peccato! Il futuro è suo! 7.5 

 

Cuadrado: parte bene, poi si fa male e torna ad essere indispensabile per la sua squadra. Il gol decisivo e fondamentale è quello contro il Milan in casa. 7.5 

 

Douglas Costa: stesso discorso iniziale di Berna. Gioca poco e sembra avulso dal gioco. Nella seconda parte è DECISIVO: crea sempre superiorità, regala giocare d’alta scuola. Segna e fa segnare sempre. È l’uomo in più 8.5 

 

Dybala: pazzesco nella prima parte di stagione. Il finale invece è di sofferenza. Sigla gol a bizzeffe nei primi mesi, ci infarcisce errori contro Atalanta e Lazio, poi però continua a macinare gol e assist. La seconda parte è di sofferenza, ma sigla un gol clamoroso contro la Lazio 8 

 

Mandzukic: non la migliore annata. Pochi gol , sembrato svagato per diverso tempo. Chissà se resterà o meno? Lo ricorderanno tutti per la doppietta purtroppo inutile di Madrid 6 

 

Higuain: campionato alterno. Ha siglato diversi gol con un periodo d’astinenza importante. Ma poi ha sfornato il gol decisivo a Milano che ha regalato lo scudetto ai suoi. È sempre decisivo 8 

 

Allegri: ha sempre ragione lui. La squadra gioca male? Non si esprime al meglio? Eppure fa double ancora: quattro su quattro. Esce col Real come tutti sappiamo, ma cosa si può dire a questo allenatore? Tira fuori il massimo dai suoi e rinsalda il gruppo nel momento peggiore. Mago 9

 

Gianluca Drammis