Francia-Croazia 4-2, le pagelle al vetriolo: Griezmann eclissa Benigni, Lloris come Karius, Mandzukic meglio di Rocky, Modric senza attributi

Mbappè corre come Beep Beep, Perisic sparisce alla distanza!
15.07.2018 19:16 di Gabriele Cantella  articolo letto 1318 volte
Francia-Croazia
Francia-Croazia

TOP
GRIEZMANN: da stasera nei panni del Piccolo Diavolo, tutti ricorderanno lui e non più Roberto Benigni! Fa tutto lui, propizia l'autogol di Mandzukic, trasforma il rigore con la stessa freddezza di Mister Freeze, rifinisce per il gol di Pogba, qualcos'altro? VOTO 9

POGBA: si prende la rivincita sul destino e su Mourinho, mettendo la firma sul trionfo francese e dimostrandosi per una volta più utile che lezioso. Il suo gol è una grande notizia anche per Raiola, che già sente odore di soldi, tanti soldi... Juve e Barcellona sono avvertite! VOTO 8

MBAPPÈ: quando parte palla al piede è talmente veloce che in confronto Beep Beep è una lumaca paralitica! La sassata da fermo con cui buca Subasic pare una saetta scagliata da Zeus in persona! Ci fosse stato lui a trainare la Delorean di Ritorno al Futuro nel Far West, Doc e Marty non avrebbero avuto bisogno di farla spingere sulle rotaie da una vecchia locomotiva! VOTO 7,5
MANDZUKIC: prima fa gol nella sua porta, poi centra quella giusta approfittando del gentile omaggio di Lloris ed è l'ultimo ad arrendersi! Lotta fino all'ultimo, non tira mai indietro la gamba, in confronto a lui Rocky Balboa era un peso piuma e il Gladiatore una mammoletta! VOTO 7

FLOP
LLORIS: Karius ha fatto scuola, alimentando nei colleghi una inquietante propensione al tafazzismo! Prendersi a bottigliate sugli zebedei è il trend del momento tra i portieri! VOTO 2

PERISIC: vero che segna il gol del momentaneo pareggio ed è un gran gol, ma altrettanto vero è che regala alla Francia il rigore del 2-1 e poi sparisce dal match! Dalic lo sta ancora cercando, ma per ritrovarlo avrà bisogno dell'aiuto di 'Chi l'ha visto?' VOTO 6

MODRIC: dal Pallone d'Oro al cucchiaio di legno! Quando il gioco si fa duro, lui invece di cominciare a giocare, puntualmente sparisce! Il talento è cristallino e innegabile, ma da solo non basta! Servono gli attributi, gli stessi che aveva già dimostrato di non avere quando aveva sbagliato il rigore ai supplementari contro la Danimarca! VOTO 4