Fiorentina-Napoli 0-0, le pagelle azzurre: Mertens non punge, Allan torna in sé

I voti a firma del nostro Luca Coscia!
09.02.2019 20:34 di Redazione Calcissimo  articolo letto 49 volte
Mertens
Mertens

Le Pagelle di Luca Coscia

Napoli (4-4-2)

Meret 6.5: una gran parata su Veretout a dimostrare ancora una volta il suo valore, poi ordinaria amministrazione.

Hysaj 6: qualche sofferenza quando Gerson lo punta ma nel contesto fa una buona gara.

Maksimovic 6.5: in crescita rispetto alle precedenti uscite, nonostante ha a che fare con due brevilinei come Muriel e Chiesa riesce a contenerli alla grande.

Koulibaly 7: con l’assenza di Albiol, il gigante si carica la difesa sulle sue spalle. Mastodontico in ogni uscita e che classe quando ferma Chiesa.

Mario Rui s.v.: lascia il campo dopo nemmeno 5’, sfortunato. (Dal 5’ Ghoulam 6: qualche buona sortita ma non spinge come ci si aspettava, peccato perché Dabo gli dà spazio.)

Callejon 5.5: i suoi tagli spesso colgono di sorpresa Biraghi ma sbaglia qualche controllo ed appoggio di troppo.

Allan 7: la Fiorentina la mette sull’intensità e sul pressing che per lui però, sono pane per i suoi denti. Bellissimo il duello con Veretout ma per fortuna l’italo-brasiliano è tornato ai suoi livelli.

Ruiz 6: meno incisivo rispetto alle precedenti gare, complice anche il poco spazio concesso, dimostra comunque di avere buoni piedi e idee. Hamsik va via ma il centrocampo è in buone mani.

Zielinski 6: è chiamato spesso in mezzo dove i viola fanno densità ma lui non si sottrae. Ha due palle gol: sulla prima Lafont fa il miracolo sulla seconda lo ferma…. Callejon.

Mertens 5: nonostante la retroguardia viola lasci degli spazi, non riesce ad incidere con la sua velocità. E quel gol a 5 metri dalla porta proprio non si può sbagliare. (Dal 61’ Milik 5: prova a venire più incontro ai compagni e far salire la squadra. È generoso ma quel gol a porta vuota allo scadere non si può sbagliare.)

Insigne 5.5: alla prima vera da capitano, ha una clamorosa azione dopo pochi minuti. Prova ad accendere la luce ma lo fa troppo a corrente alternata. (Dal 76’ Verdi 5: gettato nella mischia per far saltare il banco con la sua tecnica, non incide)

All. Ancelotti 6: su un campo difficile come il Franchi, si affida ai migliori a disposizione rimandando il turn over per Zurigo. I due piccoletti sulla carta sono la soluzione migliore vista la difesa rimaneggiata di Piolo ma non incidono. Dopo 5’ è costretto a forzare il primo cambio. La squadra non ha il controllo del match ma ha le migliori azioni. Nella ripresa la squadra parte forte poi cala di intensità. Con i viola incerottati potrebbe osare di più ma se i suoi non inquadrano la porta la colpa di certo non è sua.