Fiorentina-Inter 1-1 pagelle: Borja redivivo, Lukaku stecca ancora

Le pagelle nerazzurre di Fiorentina-Inter, gara valida per la 16a giornata di Serie A
15.12.2019 23:08 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Borja Valero
Borja Valero

Le pagelle di Andrea De Boni

HANDANOVIC : gran parata su Badelj, si ripete nella ripresa su Castrovilli. Sempre attento. Voto 6.5

SKRINIAR : lascia andare Vlahovic permettendoli di calciare e segnare il gol del pari in pieno recupero. Aveva giocato bene…Voto 5.5

DE VRIJ : giganteggia in difesa, staccandosi in fase di impostazione più volte. Fondamentale. Voto 7 

BASTONI : gioca un buon match risultando più volte decisivo in copertura. Il suo percorso di crescita prosegue. Voto 6.5

Dall’ 88’ GODIN : S.V.

D’AMBROSIO : esegue il suo compito senza particolari acuti. Voto 6

VECINO : vivacchia in mezzo al campo senza combinare mai qualcosa di importante. Timido in interdizione, non si propone mai in zona offensiva. Voto 5

BROZOVIC : trova in Borja un finalizzatole perfetto per il gol del vantaggio nerazzurro. Ammonito, salterà la prossima sfida contro il Genoa con conseguente emergenza totale a centrocampo per Conte. Voto 6.5

BORJA VALERO : gran gol che sblocca il match, una partita giocata come non si vedeva da tempo. Probabilmente tornare da ex al “Franchi” ha fatto il suo effetto. Voto 7

Dall’ 84’ AGOUME : S.V.

BIRAGHI : qualche buona chiusura ma la sensazione di non essere mai padrone della sua zona di competenza. Molta imprecisione su cross e appoggi ai compagni. Voto 5.5

LUKAKU : altro gol clamoroso sbagliato, questa volta poteva valere il raddoppio per i suoi. Si muove bene ed è nel vivo del gioco ma si perde sempre sul più bello. Voto 5

MARTINEZ : sempre pericoloso, gli viene annullato un gol dal VAR.  Questa sera però meno preciso nel duettare con il suo compagno di reparto. Voto 6

Dall’ 83’ POLITANO : S.V.


ALL. CONTE : il gol preso alla fine lascia l’amaro in bocca. Pochi cambi possibili, rosa ridotta all’osso in alcuni reparti e la prossima contro il Genoa sarà ancora piena emergenza. Ma la classifica sorride. Voto 6