Barcellona-Inter 2-0: pagelle e contropagelle. Skriniar stecca, Brozo ormai è una certezza.

Le pagelle nerazzurre di Barcellona-Inter 2-0
24.10.2018 23:23 di Redazione Calcissimo  articolo letto 7520 volte
Icardi in azione
Icardi in azione

Le pagelle di Andrea De Boni

HANDANOVIC : l’inter rimane I. Partita fino alla fine anche per merito suo. Un paio di parate
decisive. Voto 7

D’AMBROSIO : quando ti ritrovi al Camp Nou sai già che sarà durissima. Fa quel che può
badando al sodo. Voto 5.5

SKRINIAR : peccato, peccato davvero. Prestazione discreta ma si perde Rafinha in
occasione dell’ 1-0 e non tiene Alba sul raddoppio. . Voto 5

MIRANDA : Spalletti lo sceglie con qualche perplessità da parte dei tifosi, ma il brasiliano
gioca una partita super senza sbavature. Voto 7

ASAMOAH : la fatica è tanta, qualche errore di troppo lo commette. Alla fine però nulla di
clamoroso da segnalare. Voto 5.5

BROZOVIC : stupisce per spirito di sacrificio quando deve recuperare il pallone. Giocatore
trasformato in positivo da Spalletti. Voto 6

VECINO : il più dinamico della squadra, prova qualche falcata delle sue senza gloria. Deve
correte tanto perché la palla tra i piedi la vede poco ma fa il suo. Voto 6.5

CANDREVA : in costante difficoltà. Tocca pochi palloni e li sbaglia praticamente tutti. Anche
in difesa non aiuta mai il suo compagno di fascia. Voto 4.5

Dal 46’ POLITANO : spreca una buona occasione ma il suo ingresso vivacizzare non poco il
reparto offensivo. Voto 6

BORJA VALERO : senza mezzi termini in assoluto l'anello debole in mezzo al campo. Mai
in grado di farsi vedere in appoggio ai compagni, poco utile in fase di contenimento. La
sensazione di un ritmo troppo alto del match per le sue possibilità. Voto 4

Dal 63’ MARTINEZ : una mezza occasione, prova a muoversi per ricevere palla ma oggi è
difficile. Voto 5.5

PERISIC : ennesima prestazione evanescente, ennesima partita senza alcun tipo di spunto.
Sarà il post mondiale, sarà discontinuo ma è arrivato il momento di svegliarsi. Voto 4

Dal 77’ KEITA: S. V.

ICARDI : nel primo tempo non sfrutta una situazione favorevole, poi deve lottare spesso da
solo contro l'intera difesa catalana. Voto 5.5

ALL. SPALLETTI : affronta una squadra con più qualità e di certo il divario tra le 2 squadre
è evidente. Lascia perplessi qualche scelta iniziale ma alla fine rimane in partita per quasi
tutto il match. La qualificazione non la si decideva oggi e alla fine esce sconfitto senza fare brutta figura. Voto 5.5

 

Le pagelle di Gabriele Borzillo

HANDANOVIC; un paio di parate decenti, poi insicurezza totale. Ogni palla uno spavento, 5

D'AMBROSIO; assolutamente inutile, C'è da sperare che Vrsaljko stesse male altrimenti non si capisce perché fosse in campo. Lo zero totale. 3,5

SKRINIAR; si perde gli uomini in entrambi i gol. Per il resto fa anche benino, Ma due errori gravissimi. Male. 5-

MIRANDA; inizia decentemente, alla distanza dorme spesso e volentieri. Dovrebbe dare esperienza, fa più che altro paura. Appisolato. 5-

ASAMOAH; non spinge, non difende, non attacca, non sta a centrocampo. Non fa nulla insomma. 5-

BROZOVIC; cerca di fare qualcosa nel niente che lo circonda. L'unico con un minimo di intelligenza calcistica e di carattere. 6+

VECINO; la garra l'ha dimenticata a Milano. Sfiora il pareggio con un gran tiro, poi si perde nelle nebbie. Assente non giustificato. 5

CANDREVA; gioca? no, perché non D'Ambrosio forma un duo da brividi. Non ne indovina una. Ma una che sia una. Non tiene una palla, le perde praticamente tutte e non collabora nemmeno difensivamente. 4-

dal minuto 46 POLITANO;

BORJA VALERO; non entra in partita per tutti i sessantadue minuti che sta in campo. Poca roba, poco fosforo, poco fiato, poca corsa, poco tutto. Poco. 4+

dal minuto 62 LAUTARO MARTINEZ; ha una palla da urlo, cerca di far gol ed estrae dal cilindro una ciofeca dal limite che fa invidia ai miei amici del sabato mattina. 4,5

PERISIC; uno dei meno peggio nel primo tempo, scema alla distanza. Ripresa impalpabile. Acciaccato. 6-

dal minuto 76 KEITA BALDE; fa qualcosa, nel deserto dello zero pallonaro. forse iniziare con lui sarebbe stato meglio. Forse. 6-

ICARDI; non pervenuto, tristemente abbandonato dalla squadra a sé stesso. Combina zero, verità, ma lo assistono come potrei fare io. Cioè in maniera patetica. 5

 

SPALLETTI; malissimo. Inizia col suo sonnolento 4231, subisce per tutta la partita l'inferiorità a centrocampo. Ci capisce poco, principia con una squadra che non si può guardare, senza coraggio, senza idee, senza cipiglio. Anche un bambino dopo dieci minuti avrebbe capito che stavamo ballando senza arte né parte in tutte le zone del campo. Ma lui, uomo di ferro, continua imperterrito a tenere la barra dei due a centrocampo e finisce per beccarne due che poteva beccarne anche tre o quattro. Non si gioca la partita. Ogni tanto, qualche volta, bisogna cambiare anche lo schemino oratoriale che sai fare. 4-