Oggi Fassone piange per l'addio all'Inter, ma ieri...

L'ex dirigente pizzicato con una maglietta anti-interista
19.09.2015 08:01 di Carlo Tagliagambe Twitter:   articolo letto 379 volte
La maglia di Fassone
La maglia di Fassone

Oggi Marco Fassone piange lacrime amare per l'addio all'Inter, società di cui era direttore generale dal 2012. Peccato chew prima di diventare uno dei quadri del club nerazzurro, il dirigente di Pinerolo abbia lavorato anche per altre società, tra cui la Juventus del post-calciopoli, impegnata in una difficile ricostruzione a livello organico e identitario.

E proprio un errore di valutazione, nel probabile tentativo di strizzare l'occhio ai tifosi juventini, gli è costato davvero caro nel corso della sua esperienza nerazzurra. E' infatti balzata agli 'onori' della cronaca un'immagine di Fassone -all'epoca dirigente della Juventus- mostrava soddisfatto una maglietta con impressa una scritta canzonatoria nei confronti dell'Inter: Meglio un anno senza tituli che una vita da ridiculi".

Uno scivolone che non tutti i tifosi nerazzurri sono riusciti a peronare al dirigente piemontese, che una volta approdato in Corso Vittorio Emanuele si era subito affrettato a chiarire cosi' lo spiacevole episodio: "Purtroppo - ha detto Fassone -sono incidenti di percorso che capitano, mi diedero quella maglietta e non ebbi la prontezza di richiuderla. Mi scuso se ho offeso qualcuno, con maggiore esperienza oggi non lo rifarei".

E di offesi, tra i tifosi dell'Inter, ce ne sono stati davvero tanti. Non ultimi i ragazzi della Curva Nord che -in chiara contestazione verso la società prima di una partita contro la Roma- hanno esposto un pesante striscione che chiedeva spiegazioni circa il gesto di Fassone: 

"Tempo di bilanci e conclusioni... Cominciamo oggi: per questo, quali sono le spiegazioni???". Scritta corredata dalla fomosa foto che, a quanto pare, nemmeno con le lacrime Fassone riuscirà a cancellare...