Il punto dei Non Evoluti: Caro Montella, c'è qualcosa che non va...

Parola ai tifosi rossoneri
 di Redazione Calcissimo  articolo letto 619 volte
Vincenzo Montella
Vincenzo Montella

Avevo ascoltato con attenzione le parole di Montella in conferenza stampa, gli ho sentito sciorinare una serie di dati che dimostravano quanto fosse migliorato il Milan, la percentuale di passaggi, il possesso palla, il numero di cross, insomma la dimostrazione statistica della crescita rossonera, ma poi non si riesce piu' a vincere , anzi si perde e la spiegazione di Montella e' da ricercare nella bellezza di questo sport , cioe' la sua imprevedibilita', la sua mancanza di logica.

Certo caro Montella, abbiamo imparato sulla nostra pelle e nelle nostre coronarie, che il calcio e' imprevedibile ma dovrebbe esserlo sempre e per tutti, se poi questa' imprevedibilita' colpisce solo e sempre noi, dovresti supporre che qualcosa non va....non credi????

Intanto e' ormai evidente che il Milan non riesce a vincere perche' non ha i mezzi efficaci per ottenere la vittoria, non si puo' sperare di vincere senza avere un attacco degno di questo nome. Giochiamo 90 minuti con aperture a destra ed a sinistra, lanci di 30/40 metri che allargano il gioco ma che, nello stesso momento, lo rallentano dando tutto il tempo alla difesa di piazzarsi ed ai centrocampisti di rientrare. Il secondo motivo e' l'assoluta deficit tecnico dei sette undicesimi della squadra.

Quando parlo di deficit tecnico mi riferisco al parametro con il quale si misura l'abilita' tecnica di un calciatore di serie A e che milita in una squadra che si chiami Milan.

Bertolacci e' un discreto centrocampista, ma non e' da Milan cosi' come non lo e' Sosa ed entrambi sono lenti e non hanno corsa. Kucka e' macchinoso e non ha mai lo spunto per l'inserimento e raramente calcia in porta. Deulofeu non ha mai superato il suo avversario e dopo aver provato a puntarlo un paio di volte non riuscendo a superarlo ha poi evitato di farlo per il resto della partita limitandosi a rientrare verso il centro oppure a passaggi di 30 metri indietro verso Donnarumma o Paletta.

Bacca ormai e' da lasciare in panchina perche' non serve a nulla, anche oggi ha fatto lo stesso errore con il quale si mangio' un gol a due metri dalla porta contro la Juve.......oggi ha ricevuto una palla a cinque metri della porta e bastava tirare subito di prima intenzione, magari anche di punta.....ma cosa fa il fenomeno?? Ti stoppa la palla, male naturalmente, e perde cosi' la grande occasione.

Certo Lapadula la fa ancora piu' grossa vanificando un'occasione immensa. Questo conferma la mia idea sulla assoluta mancanza dell'attacco. Mi rassicura la posizione in classifica, non tanto la nostra, ma quella delle squadre in fondo alla classifica, cosi' lontane che non possono preoccuparci vista questa famosa imprevedibilita' del calcio. 

A Montella direi di non pensare tanto all'alimentazione perche' quello che manca ai nostri giocatori e' proprio la corsa, i nostri avversari sembrano tutti dei furetti rapidissimi, Romagnoli e Paletta spesso utilizzano la scivolata in extremis proprio perche' non hanno la velocita' per fermare gli attaccanti, Penso all'occasione per il secondo gol della Samp quando Romagnoli e' stato superato con estrema facilita' in corsa e buon per noi che la palla ha sfiorato il palo. Infine una nota sulla formazione di oggi, non ho compreso il perche' della scelta di difesa a tre, Zapata, Paletta e Romagnoli, con Kucka, Bertolacci, Sosa e Pasalic a centrocampo e i tre in avanti cioe Deulofeu , Bacca e Sosa, una scelta inaspettata e rischiosa visto che a palleggiare c'era anche Zapata che non e' assolutamente in forma e che con i piedi fa solo cavolate ed anche stasera grazie all'ennesima cavolata e' nata l'azione del vantaggio sampdoriano.

Certo anche Paletta la ha combinata grossa buttando all'aria tutta la sua esperienza commettendo un fallo inutile, ormai Quagliarella aveva solo lo spazio verso il fondo e bastava accompagnarlo facendio sentire la pressione del proprio corpo, perche' cercare l'intervento????

Che dire della grande ed intelligente campagna acquisti del Milan, dov'e' che abbiamo problemi??? Il piu' inesperto tra noi avrebbe risposto : ''In attacco'' ebbene cediamo un attaccante cioe' Niang e chi prendiamo? Due esterni anche perche' s'e' infortunato Bonaventura, bene preso Deulofeu si poteva tentare di prendere un centravanti vero???

Magari anche Paloschi..... Bisogna ormai capire che in futuro bisognera' pensare principalmente di non perdere, magari sperando nelle ripartenze e non soffrendo le ripartenze altrui. Ci siamo ormai autodeclassati e sperare ancora nel quarto posto oppure in un piazzamento in Europa e' fuori dalla nostra attuale portata. Quindi umilmente cerchiamo di fare di esperienza virtu' evitando brutte figure ed ulteriori delusioni. Spero che avvenga come previsto il ''Closing'' e che dopo si facciano i programmi e le scelte giuste per tornare ad essere competitivi.

Carmine Longobardi Coordinatore Milan club campania