Quando il Milan tenne in ostaggio Maxi Lopez in albergo...

La Galina de oro restò trincerato in hotel per diverse ore
29.08.2016 10:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:   articolo letto 1204 volte
Maxi Lopez
Maxi Lopez

Gennaio 2012, il Milan sta cercando rinforzi per dare respiro ai titolari della rosa e continuare così la propria cavalcata in testa alla classifica di serie che poi sarà vinta dalla Juventus, complice anche (secondo i tifosi rossoneri) il clamoroso episodio del gol di Muntari nel corso dello scontro diretto. 

E l'acquisto che Adriano Galliani (con tanto di foto a pranzo) sembra avere in canna è di quelli che potrebbero cambiare le sorti dei campionati a venire: Carlitos Tevez è infatti pronto a siglare il suo personalissimo patto con il Diavolo e diventare così un giocatore del Milan.

Solo che le cose andranno poi diversamente: in rossonero resterà Pato e, conseguentemente, diventerebbe difficile (per questioni prettamente economiche) avere a libro paga anche Tevez.

Così Galliani, in attesa che si sbrogli l'intricata matassa, blocca (in tutti i sensi) Maxi Lopez. Il centravanti argentino, in uscita da Catania, è il prescelto da Allegri nel caso non si riesca poi a mettere le mani sull'Apache. E l'accordo con il Catania e con Maxi viene trovato in pochi minuti, senza nemmeno bisogno di trattative complicate.

Tutto fatto, quindi? Nient'affatto!

Galliani, da vecchio mestierante del mercato, una volta firmati gli accordi con il giocatore argentino e con la società etnea ha preso possesso di tutti i documenti (già firmati, lo ribadiamo, ndr) e ha deciso di 'temporeggiare', senza depositarli in Lega e rendere quindi ufficiale il trasferimento. Così, forte di un'alternativa già in mano, è nuovamente tornato alla carica per Tevez alla ricerca di condizioni economiche più vantaggiose, dal momento che l'Apache ha nel frattempo rifiutato il passaggio al Psg.

E Maxi Lopez? L'ex Barça intanto, arrivato a Milano per le firme, aspetta. E aspetta parecchio, trincerato nell'albergo pagatogli dal Milan con a disposizione piscina, palestra e play station. Un'attesa infinita -fatta di angoscia e rassicurazioni- che però, alla fine sarà premiata, visto che alla fine a sbarcare in rossonero sarà Maxi Lopez e non Carlitos Tevez. 

Purtroppo, secono più di qualche tifoso rossonero...