Inter, il mercato reparto per reparto: tutto quello che dovete sapere!

Ancora zero offerte per Ansaldi, timido interesse dalla Premier per Nagatomo.
05.07.2017 19:56 di Andrea De Boni   Vedi letture
Sabatini e Spalletti
Sabatini e Spalletti

L’ inizio della stagione dei nerazzurri è ormai alle porte, una stagione dove la squadra sarà chiamata a riscattare le delusioni italiane ed europee dell’ anno calcistico da poco concluso. Inevitabilmente per tornare ad essere competitivi, la società si è adata ad un nuovo allenatore, quel Luciano Spalletti che tanto bene ha fatto a Roma sponda giallorossa. Quello che però tiene in ansia i tifosi della Beneamata è la sessione di calciomercato scattata il 1° luglio: tante le promesse da parte della proprietà cinese e tanti i rinforzi che servono per raggiungere l’obiettivo dichiarato della stagione, la qualificazione in Champions League.

Analizziamo, reparto per reparto, tutto quello che può accadere nelle prossime settimane:

 

PORTIERI: Handanovic, a meno di clamorose offerte da parte di altri club, sarà ancora il portiere titolare. L’ ex Udinese sono anni che spera di giocare la Champions League ma per lui proposte da altri club non ne sono arrivate. La società, arrivasse la giusta cifra, potrebbe anche pensare ad una sua cessione essendo tanti i portieri presenti sul taccuino di Ausilio e Sabatini pronti a difendere la porta nerazzurra. Certo, più il tempo passa e più diventa difficile trovare il sostituto adatto, ecco perché le probabilità di una partenza di Handanovic sono ridotte al lumicino. Il 12° sarà il neo-acquisto Padelli, reduce dalla stagione vissuta da spettatore in maglia granata ma già secondo di Handanovic ai tempi di Udine. Il terzo portiere dovrebbe essere Berni, pronto per lui il rinnovo di contratto per una stagione.

 

DIFESA: il reparto dove Spalletti ha fatto capire che ci saranno più cambiamenti. Pacchetto centrale a cui è stato aggiunto Skriniar, giovane talento della Samp tra i migliori all’ Europeo U21 con la Repubblica Ceca, ma da cui è stato tolto Andreolli non rinnovandogli il contratto (probabile destinazione Cagliari). Per Murillo c’è l’ interesse dello Zenit che però ad oggi non ha intavolato una vera e propria trattativa. L’ Inter prenderà sicuramente un altro centrale, tanti i nomi da Christensen a Manolas passando per Diakhaby. Dicile capire ora chi arriverà ma con Sabatini non si possono escludere nomi a sorpresa. Quasi sicuramente saluterà Medel, sul nazionale cileno si è mosso con forza il Boca Juniors. I terzini sono il grande punto interrogativo: unico sicuro di rimanere D’ Ambrosio, in forse Ansaldi e Nagatomo, Santon invece è destinato a partire. L’ Inter è forte su Dalbert, laterale sinistro del Nizza, ma il club francese lo valuta tanto. Altre le ipotesi ma la sensazione è che potrebbero arrivarne 2 nel caso in cui Nagatomo (in Premier) e Ansaldi (per lui ancora zero offerte) dovessero salutare.

 

CENTROCAMPO: Gagliardini non si discute, Borja Valero a breve dovrebbe essere il primo rinforzo del reparto. Da valutare la situazione Brozovic: l’Inter vorrebbe cedere il croato ma 'no ad ora le o+erte arrivate sono state giudicate non all’altezza. Banega è tornato a Siviglia mentre per Joao Mario sia Spalletti che Suning vogliono provare a rigenerarlo dopo l’ ultima brutta stagione. Kondogbia potrebbe essere inserito come contropartita tecnica in qualche operazione (PSG?) mentre quasi sicuramente arriverà un altro centrocampista viste le possibili partenze e l’ esiguo numero di giocatori in rosa. Il sogno è Nainggolan, vero pupillo del nuovo tecnico e giocatore in grado di far fare il salto di qualità a tutta la squadra grazie alla sua duttilità e alla sua forza.

 

ATTACCO: fosse per Spalletti potrebbe anche rimanere così: titolari Perisic-Icardi-Candreva con Eder pronto a sostituire uno dei due esterni al bisogno e Pinamonti in rampa di lancio come vice-Icardi. L’ ex tecnico giallorosso preferirebbe investire i soldi della proprietà in altri settori del campo, ritendendo l’ attacco già di buon livello e in grado di segnare molto. Dobbiamo però tenere in considerazione 2 cose: la prima è che Perisic potrebbe partire e a quel punto servirà un sostituto all’ altezza (Di Maria?), la seconda è che Suning potrebbe anche mantenere la promessa fatta ai tifosi di un mercato molto importante regalando la classica ciliegina sulla torta a tutto l’ ambiente. Da monitorare la situazione Eder con il giocatore che ha molte richieste sia in Italia che all’ estero (Samp, Fiorentina, Lazio, Premier, Campionato Cinese) ma che i nerazzurri lasceranno andare via solo in caso di più acquisti nel reparto offensivo.