Nuovo Milan, solito vecchio Montolivo: l'insostenibile inutilità del capitano...

Prestazione scialba per Montolivo ieri in Romania...
28.07.2017 11:05 di Redazione Calcissimo  articolo letto 222 volte
Montolivo
Montolivo

Nel nuovo Milan cinese, che si riaffaccia in Europa dopo tre anni di assenza, c'è qualcosa del vecchio Milan, retaggio del recente passato... Ogni riferimento a Riccardo Montolivo è puramente casuale. Non si smentisce mai, lui: immobile come un palo piantato nel deserto, utile come un cappotto di lana in piena estate, il capitano (ancora per poco) pascola placido davanti alla difesa, senza riuscire a schermarla nè ad impostare l'azione.

Se avete assistito a Craiova-Milan e vi state sforzando di trovare un senso all'insostenibile inutilità di Montolivo, smettete pure di provarci, perché, per dirla alla Vasco, "un senso non ce l'ha". Bisognerebbe chiederlo a Galliani, che ha offerto all'inutile Monto un ricco rinnovo di contratto, a dispetto dell'assurdità di un'operazione del genere o, forse, per dispetto nei confronti di chi avrebbe ereditato il bastone del comando in società...

E così, la nuova dirigenza si ritrova in casa un inquilino indesiderato, impossibile da sfrattare! 'Pacta sunt servanda, ci hanno insegnato gli antichi romani, tradotto: gli accordi si rispettano, quindi Fassone ha le mani legate e Montolivo 3 milioni all'anno di buone ragioni per restare dov'è... Come un palo piantato in mezzo al deserto.

Adriano Meis