Ma Suning i soldi li ha davvero? Non erano quelli del Milan i cinesi squattrinati?

In tanti si aspettavano un'Inter protagonista sul mercato, ma ad oggi la campagna acquisti nerazzurra può definirsi alquanto deludente...
28.08.2017 08:00 di Redazione Calcissimo  articolo letto 529 volte
Derby cinese
Derby cinese

Quattro giorni al termine della sessione estiva di calciomercato, ma ad oggi in casa Inter alla voce acquisti non risultano Top Player... A meno che non siano da considerare tali, Borja Valero e Vecino, ottimi calciatori senza dubbio, funzionali al progetto, ma di certo non quei profili di spessore internazionale e appeal mediatico che in tanti si aspettavano.

Si diceva che Suning avesse a disposizione un budget pressoché illimitato e l'intenzione di investirlo nella campagna rafforzamento dell'Inter... Si diceva, appunto, ma chi lo diceva, evidentemente, si sbagliava... Certo è legittimo domandarsi, a questo punto, se Suning i soldi li abbia davvero...

Si immaginava un'Inter in stile PSG, pronta a irrompere sul mercato e a collezionare Top Players in serie a suon di milioni e invece Sabatini e Ausilio si ritrovano a dover fare le nozze coi fichi secchi e a pietire il prestito di Mangala o Mustafi! Certo, se i soldi li hanno, i cinesi dell'Inter, non hanno molta voglia di investirli per regalare ai tifosi nerazzurri i campioni che sognano e che si erano illusi di poter ammirare a San Siro alla domenica! A proposito di cinesi, ma non erano quelli del Milan i morti di fame senza un euro in tasca? Per essere dei poverelli, Yonghong Li e soci hanno speso mica poco! 

Adriano Meis