Ma nello scambio Bonucci-Caldara non era il Milan ad averci guadagnato? I fatti dicono il contrario, ma Leonardo è un genio e alla Juve hanno l'anello al naso...

Invece di tirarlo il pacco, il geniale Leo, il pacco se lo è fatto rifilare!
31.10.2018 12:42 di Gabriele Cantella  articolo letto 1225 volte
Caldara-Bonucci
Caldara-Bonucci

Che polli quelli della Juve a regalare Caldara al Milan in cambio di un Bonucci ormai bollito!

Peccato che i fatti abbiano dimostrato senza tema di smentita l'esatto contrario, piaccia o non piaccia a chi si toglieva il cappello di fronte a un Leonardo capace, a detta loro, di infinocchiare i bianconeri con una mossa da scacchista consumato! 

Ricapitolando, dunque, il Direttore dell'area tecnica del club rossonero sarebbe un genio, mentre a Torino avrebbero tutti quanti l'anello al naso!

La realtà, però, racconta un'altra storia... La storia di un Caldara oggetto misterioso, schierato sin qui una sola volta da Gattuso (contro il Dudelange in Europa League) prima di strapparsi il polpaccio e contemporaneamente rompersi il tendine d'Achille. 

Diverse le versioni (tutte di facciata) fornite dal Milan per giustificare il mancato impiego dell'ex atalantino: una volta non era pronto, un'altra doveva assimilare i meccanismi della difesa a quattro, un'altra ancora soffriva di pubalgia...

Già, chi ci crede? Ancora convinti che a perderci sia stata la Juve? E pensare che inizialmente da Torino proponevano Benatia in cambio di Bonucci...

A Leonardo, forse, col senno di poi ed anche di prima, sarebbe convenuto di più accettare quell'offerta, puntando su un difensore integro, esperto ed affidabile come il marocchino, ma Leo è un genio, si sa, lui non si fa infinocchiare così!

Il suo motto è: 'Fotti prima che ti fottano", come cantava Zucchero qualche anno fa...

E invece... Invece di tirarlo il pacco, il geniale Leo, il pacco se lo è fatto rifilare con tanto di fiocco!