E sono due! Dopo Alves, tocca a Bonucci: via un altro mercenario! Dov'è finito l'amore di Leo per la Juve? Cercate la risposta nel suo passato e capirete...

Dopo essersi professato da sempre tifoso dell'Inter, Bonucci cambio versione qualche mese più tardi, dichiarandosi juventino...
13.07.2017 17:06 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Leo Bonucci
Leo Bonucci

Bonucci al Milan? Fantamercato? Sogno di una notte di mezza estate? Forse no... Quella che pareva inizialmente una bufala giornalistica o addirittura una provocazione è divenuta nel breve spazio di ventiquattrore una trattativa reale. Nel calcio di oggi, si sa, non c'è più posto per le bandiere e così, anche i calciatori che sbandierano urbi et orbe il proprio attaccamento alla maglia, sono pronti in qualunque momento a indossarne un'altra!

Bonucci è uno di questi, uno dei tanti, un professionista che va dove lo conduce il richiamo irresistibile dei soldi, tanti quelli che gli offre il Milan! Pochi, invece, quelli che il club rossonero propone alla Juventus: 30 milioni. Cos'è, uno scherzo? Davvero Fassone e Mirabelli pensano di poter strappare Leo alla Signora per la stessa cifra sborsata all'Atalanta per il modesto Kessie?

Beh, se lo pensano davvero, affari loro! La Juve non ha certo bisogno dell'elemosina del Milan e a certe cifre Marotta neppure si siede al tavolo delle trattative e Bonucci rimane dov'è! A chi tra i supporters bianconeri si stesse per caso chiedendo dove sia finito l'amore di Bonucci per la Juventus, di cui si è sempre professato tifoso e della quale ha più volte dichiarato di voler un giorno diventare il capitano, suggeriamo di cercare la risposta nel passato interista di Leo...

Era il 20 febbraio 2010, quando Bonucci diceva: "La mia squadra del cuore è sempre stata l'Inter". Salvo poi cambiare versione appena qualche mese più tardi, il 10 luglio 2010, per la precisione, giorno del suo approdo ufficiale in bianconero: "La mia squadra del cuore è sempre stata la Juventus". 

Facile comprendere come Bonucci sia affetto da una grave forma di schizofrenia oppure, più semplicemente, aggiusti la realtà a proprio piacimento a seconda della convenienza del momento contingente. Dopo Dani Alves, via un altro mercenario, irresistibilmente attratto dal richiamo del Dio Denaro! Si è dimostrato assai più juventino Arturo Vidal, che ha detto no all'Inter rispondendo così a Walter Sabatini: "Grazie, ma in Italia c'è solo la Juve!"