Da Dani Alves a De Sciglio: davvero Agnelli pensa di arrivare a Kiev così? Sembra uno scherzo, invece è tutto vero! Basta prendere in giro i tifosi!

12 milioni per De Sciglio sono troppi, considerando il reale valore del giocatore e il suo contratto in scadenza a giugno 2018!
18.07.2017 10:21 di Gabriele Cantella  articolo letto 3447 volte
De Sciglio
De Sciglio

Oltre al danno, la beffa! Non bastasse la cessione di Bonucci al Milan, ecco l'arrivo di De Sciglio a infliggere il colpo del ko al popolo juventino, barcollante all'angolo come un pugile che si aggrappa disperatamente alle corde per non finire al tappeto. L'acquisto dell'ormai ex terzino rossonero è tanto inutile quanto scellerato, per la mediocrità del calciatore in questione e per il costo, assolutamente sproporzionato rispetto al suo reale valore.

12 milioni per lui sono già una follia, a maggior ragione con un contratto in scadenza tra un anno! Lo sono ancor di più se pensiamo che Bonucci è stato ceduto al Milan per 42 milioni, cifra di per sè ridicola e neppure reale, dal momento che a quel prezzo bisogna sottrarre quello pagato per De Sciglio. Bonucci, quindi, a Fassone è costato soltanto 30 milioni! Venghino, Signori, venghino!

Prendi al volo l'occasione, porta a casa l'affarone! Svendita totale, accomodatevi! Detto dell'assurdità di un'operazione ai limiti del dilettantesco dal punto di vista economico, ci troviamo, nostro malgrado, a dover prendere atto che da Dani Alves, liberato a costo zero, la Juventus è passata a De Sciglio e lo ha pure pagato! Una mossa che già si preannuncia vincente, specialmente in ottica Champions!

L'ironia è d'obbligo in casi come questo. Davvero Andrea Agnelli, che al termine della finale di Cardiff, già dava appuntamento ai tifosi a Kiev, è convinto di arrivarci sostituendo Dani Alves con De Sciglio? No, non può esserne davvero convinto! Non sarebbe più giusto allora parlare chiaro e smetterla di creare false aspettative nel popolo bianconero?

Basta prendere in giro i tifosi, quelli che pagano gli abbonamenti allo Stadium e alla Pay TV, quelli che si tolgono il pane di bocca per seguire la squadra in trasferta, sino in capo al mondo! Inutile illuderli: "Ci vediamo a Kiev", quando le parole vengono impietosamente smentite dai fatti.

La strada verso Kiev è lunga e tortuosa, ma con De Sciglio al posto di Dani Alves e Papastathopoulos erede di Bonucci, la Juve, purtroppo, difficilmente giungerà al traguardo... Meglio dirlo e non prendersi in giro: "Si è chiuso un ciclo, proveremo ad aprirne un altro, ma ci vorrà tempo... Accontentatevi dei De Sciglio per il momento, poi tra qualche anno si vedrà..."