Bonucci e lo spogliatoio... Adesso abbiamo la conferma che la Juve ha fatto bene a cederlo... Leggete e capirete perché...

Neanche il tempo di arrivare al Milan, che Bonucci ha subito alterato gli equilibri all'interno dello
spogliatoio rossonero...
21.07.2017 14:37 di Gabriele Cantella  articolo letto 8931 volte
Bonucci
Bonucci

Qualunque cosa sia realmente accaduta a Cardiff, è certo che Bonucci fosse diventato una presenza sempre più ingombrante e sempre meno tollerata all'interno dello spogliatoio bianconero. A Leo piace comandare, imporre la propria volontà a tutti, anche a chi è più anziano e autorevole di lui (pare avesse chiesto la fascia da capitano anche alla Juve, infischiandosene di Buffon).

Certi atteggiamenti non sono piaciuti alla società, che in cento e più anni di storia non li ha mai consentiti, e neppure ai compagni, che al suo addio hanno reagito con freddezza è indifferenza. Quando gli chiedono di Bonucci, Miralem Pjanic si limita a un laconico: "Scelta sua, in bocca al lupo", lasciando intendere che non gliene importi più di tanto.

Per tutte queste ragioni, Leonardo andava ceduto, ma la ulteriore e definitiva conferma di ciò giunge dal suo approccio alla nuova realtà rossonera: neanche il tempo di sbarcare al Milan, che già Leo comincia ad alterare gli equilibri dello spogliatoio, vessando i compagni...

Chiede e ottiene la fascia da capitano e il suo numero 19 ancor prima di firmare, infischiandosene del fatto che tanto una quanto l'altro abbiano già un legittimo proprietario: la fascia appartiene a Montolivo, il 19 a Kessiè, approdato in rossonero un mese e mezzo prima di lui.

Pare che l'ex atalantino non l'abbia presa per niente bene, ma alla fine, l'intervento della società lo avrebbe 'convinto' ad ammorbidire la sua posizione... Alla luce di questi fatti, siete ancora convinti che la Juventus abbia commesso un imperdonabile errore a cedere Bonucci? Chissà che il Milan tra qualche tempo, non debba pentirsi della scelta fatta... Lo scopriremo solo vivendo...