Cambiasso al veleno sull'Inter: "Meritavo maggior rispetto, non riesco ancora a realizzare l'addio..."

El Cuchu si aspettava un trattamento diverso
18.08.2019 11:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Esteban Cambiasso
Esteban Cambiasso

Sperava in un epilogo diverso della sua storia con l'Inter, Esteban Cambiasso. Una storia fatta di tanti trofei alzati al cielo e una devozione verso la maglia nerazzurra durata dieci anni, fino allo scorso maggio quando le strade del Cuchu e della Beneamata si sono separate. Queste le parole dell'argentino a Sky Sport per commentare l'addio: "Non riesco ancora a realizzarlo come tale. Mi sento ancora in mezzo ai tifosi, sento il loro calore per strada, ecco perche' non ho scritto alcuna lettera di ringraziamento, perche' mi sento ancora di stare con loro".

Dopo le belle parole verso i tifosi, ecco una stoccata alla nuova società: "Avrei meritato di sapere che il contratto non sarebbe stato rinnovato non dico 3-4 mesi prima, e sarebbe stato bello perche' mi avrebbe dato piu' tempo per pensare, ma non il giorno prima della partita col Chievo (l'ultima di campionato, ndr). Avrebbero potuto dirmelo magari una settimana prima visto quello che ho vissuto in questi dieci anni con l'Inter. Questa settimana vedro' bene da dove ripartire, dove posso essere felice assieme alla mia famiglia. Ma dovunque andro', penso che faro' un anno di contratto, e' una scelta mia".

Certo, se ci fosse stato Moratti forse Cambiasso sarebbe ancora un giocatore dell'Inter. "Probabilmente si' ma mi rimane il fatto di aver contribuito a realizzare i suoi sogni - commenta - Ed e' stato molto importante aver sentito la fiducia della societa': il mio ultimo contratto l'ho firmato poco dopo l'eliminazione in Champions contro il Manchester, nel 2009, prima di quella stagione storica. E sapere che tanti tifosi si sono visti rappresentati da me e' un orgoglio enorme".