Buffon non si pente: "Madrid? Ridirei tutto, ma..."

Il portiere non rinnega la sua rabbia
15.04.2018 08:00 di Redazione Calcissimo  articolo letto 24 volte
Buffon
Buffon

"Io non devo rimediare perché sono un essere umano che mette passione, sentimenti, arrabbiature. Trovo modi di parlare, giusti o sbagliati che siano, alcune volte eccessivi, ma sono questo, sono Gigi Buffon". Il portiere della Juve, intervistato per 'Le Iene Show', cerca di spiegare il perché delle sue parole nel dopo gara. "L'altra sera era finita la partita da un'ora e mezza - dice Buffon -, di conseguenza quello che uno esterna sono sentimenti, pensieri forti per certi aspetti ineducati, ma sono i sentimenti di un uomo che non si trincera dietro a un velo di ipocrisia e butta fuori quello che le viscere gli dicono e punto". Secondo Buffon, "non puoi chiedere a uno che vive lo sport con una pienezza come lo vivo io di accettare, essere equilibrato, perché alla fine, seppur esternando in maniera eccessiva determinati pensieri, questi erano pensieri che avevano una logica, che ridirei, magari con un altro tipo di linguaggio, più civile. Però rimane che il contenuto di ciò che ho detto e lo riconfermo".