FOTOGALLERY - Cuor di crociato: Lucarelli e Parma, un amore oltre ogni categoria

Il capitano ducale ha riportato il Parma in A
16.10.2019 10:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Alessandro Lucarelli
Alessandro Lucarelli

Era arrivato, quasi in punta di piedi, nell'estate del 2008 con il chiaro intento di riportare il Parma in serie A dopo l'inattesa (e clamorosa) retrocessione della stagione precedente. Un compito gravoso che oggi -a sette anni di distanza- si ripropone un po' come le fatiche di Sisifo

Ma Alessandro Lucarelli, oggi come ieri, ha risposto presente. Sarà infatti lui il condottiero crociato anche nei bassifondi della serie D. Lo aveva promesso ai tifosi nei momenti più difficili della crisi economica che ha attanagliato i ducali e adesso, quando il Parma è nel pieno della ricostruzione, ha messo puntualmente a disposizione la sua esperienza per scrivere un'altra pagina di storia in maglia crociata.

Quella maglia che lo stesso Lucarelli sente ormai sulla pelle: "L’importante  è ripartire con quella maglia addosso. Ho anche sentito dire che secondo alcuni è facile ragionare così a 38 anni, ma posso dire che anche a 38 anni qualche telefonata l’ho ricevuta. Sicuramente non da parte del Real Madrid, però volendo potevo rimanere più in alto anche quest’anno. Ho detto che sarei rimasto anche in D a febbraio, non lo dico oggi. La parola l’avevo data quattro mesi fa e non me la sono rimangiata”.

Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma
Lucarelli, Parma