Ribery è convinto della scelta: "La Serie A è un buon campionato, Firenze speciale"

Il francese commenta i primi mesi in viola
02.11.2019 09:00 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Ribery
Ribery

"Quello italiano è un buon campionato, è del tutto diverso da quello del mio passato sia riguardo gli stadi che i tifosi, ma anche qui ci sono grandi squadre. Gli italiani hanno una cultura diversa ma amano il calcio". Lo ha detto Franck Ribèry al canale You Tube della Lega Serie A. "La Fiorentina - ha aggiunto l'attaccante - ha una storia, vi han giocato tanti grandi, penso a Batistuta, Baggio, Toni. Il club fin dall'inizio ha avuto fiducia in me. Montella? E' giovane ma sta sempre vicino ai giocatori. Mi piace molto". Quindi ha ricordato le recenti partite disputate con la maglia viola: "Dopo la sconfitta con il Genoa non sono neppure tornato a casa, sono andato direttamente al nostro centro sportivo ad allenarmi da solo, per rilassarmi - ha raccontato per l'ennesima volta -. Quanto alla sfida con la Juve è sempre speciale, c'è un clima particolare, per noi è stato fondamentale almeno pareggiare. E che emozione gli applausi ricevuti a San Siro". Ribéry ha poi raccontato la sua etica del lavoro: "Ho coronato il sogno di diventare un calciatore, mi sono divertito molto e penso solo a giocare rispettando tutti. Obiettivi? Speriamo di regalare e condividere grandi emozioni con i nostri tifosi, loro vivono per il calcio". Infine su Firenze che sta imparando a conoscere: "Apprezzo molto la cultura, la mentalità e il cibo". L'ex giocatore del Bayern dovrà saltare anche la gara col Parma per smaltire il secondo dei tre turni di squalifiche rimediati nel finale della partita persa con la Lazio. Oltre a Ribéry sarà assente per squalifica anche il capitano viola Pezzella e mancheranno ancora per infortunio Caceres e Lirola anche se quest'ultimo da oggi ha ripreso ad allenarsi con i compagni.