Milan e Inter, la paura fa 90...minuti! Caro Max: grazie e a non rivederci!

Il punto sulla serie A a firma di Ilenia De Sena
21.05.2019 08:00 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Max Allegri
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Max Allegri

Milanesi in chiaroscuro, tutto rimandato agli ultimi 90’ per Champions e retrocessione. Al San Paolo nel giorno del ritrovato gol di Icardi l’Inter è letteralmente sprofondata. E , a mio avviso, è la squadra che tra Atalanta e Milan rischia di più pur giocando al Meazza ma contro l’Empoli che ha solo un risultato utile per rimanere in serie A. Mentre ieri sera il Napoli, che ha già da tempo consolidato il suo secondo posto, vincendo 4-1 ha onorato il campionato...

Chi non lo ha fatto è la Juve, che ancor peggio è stata l’ago della bilancia. La squadra di Gasperini all’Allianz ha dominato in lungo e in largo nella prima frazione di gioco e per una buona parte del secondo tempo: solita Juve, solito tutto. L’emozione più bella è stata il giro di campo di Barzagli, ieri capitano, che ci ha fatto ritornare indietro di qualche tempo e ci ha fatto ripensare all’addio di Del Piero.

Nonostante tutto un grazie anche al mister Massimiliano Allegri perchè, come ha detto lo speaker durante la festa scudetto, "Bisogna solo spellarsi le mani di fronte a 11 titoli conquistati in cinque anni”. Io aggiungerei le due finali di Champions raggiunte... Anche se di partite memorabili, con la giusta mentalità e il giusto appiglio se ne possono contare sulle dita di due mani.

L’Atalanta merita la posizione che ha attualmente e giocando poi in casa contro il Sassuolo sembra la favorita per conquistare questo tanto conteso, ed economicamente importante posto Champions .

Il Milan vincendo a San siro a fatica ,con un rigore tra l’altro parato da Donnarumma sullo 0-0 è diventato il terzo incomodo e giocando a Ferrara contro la Spal che è già matematicamente salva, potrebbe anche fare lo sgambetto all’Inter.

Questi ultimi 90’ non sono decisivi solo per Champions League ed Europa l League ma anche per l’ultimo posto che vale per la retrocessione . Udinese, Fiorentina e Bologna hanno l’obbligo di fare almeno un punto per chiamarsi fuori dalla serie B. Detto ciò rimane tutto nelle mani di Genoa ed Empoli. Empoli che come abbiamo già detto incontrerà l’Inter al Meazza, mentre il Genoa giocherà a Firenze. Si salvi chi può!

Ilenia De Sena